rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Sassuolo

Lite in fabbrica, operaio colpito da un collega rischia la paralisi

Un lavoratore sassolese si trova ricoverato in gravi condizioni a Baggiovara, dopo che un collega gli ha piantato un cacciavite nella nuca a seguito di un litigio. Arrestato l'aggressore. E' successo a Casalgrande

Un'aggressione violenta scuote il distretto ceramico. A seguito di una lite fra colleghi di lavoro, infatti, un operaio sassolese di 40 anni è stato ricoverato con la massima urgenza all'ospedale di Baggiovara, dove si trova sotto osservazione, in condizioni critiche.

L'uomo è stato colpito da un collega, un marocchino di 50 anni, a seguito di una lite per futili motivi proprio nella loro postazione di lavoro in una fabbrica di Casalgrande. Dopo il diverbio, lo straniero ha afferrato un cacciavite e ha ferito il collega alla nuca, provocando lesioni serie al sistema nervoso. Secondo le poche notizie trapelate, la vittima rischierebbe la paralisi agli arti inferiori.

L'aggressore è invece stato preso in consegna dai Carabinieri di Casalgrande e scortato in caserma. Ora si trova in stato di arresto con l'accusa di lesioni gravissime, a disposizione dei magistrati della Procura di Reggio Emilia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in fabbrica, operaio colpito da un collega rischia la paralisi

ModenaToday è in caricamento