Pagamento delle multe, nuova sede e nuovi orari per l'Ufficio Notifiche

Gli sportelli si sono spostati in via Don Minzoni. Tutte le modalità di avviso e i tempi per effettuare il pagamento. Nei 5 giorni successivi alla notifica è possibile versare l’importo previsto decurtato del 30 per cento

È aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12 e il lunedì e giovedì dalle 15 alle 18, con orari ampliati, l’ufficio per il ritiro degli atti giudiziari inerenti le violazioni amministrative elevate dalla Polizia Municipale di Modena, in via Don Minzoni 121. L'attività di deposito degli atti giudiziari inerenti sanzioni amministrative e la consegna degli stessi agli interessati è infatti stata trasferita lo scorso 24 luglio presso la sede del Quartiere 3 – Buon Pastore, Sant'Agnese, San Damaso, con l’obiettivo di agevolare l'accesso dei cittadini destinatari rispetto alla precedente sede del Municipio, situata in zona a traffico limitato in centro storico.

In caso di sanzione amministrativa pecuniaria, pagando entro 5 giorni è possibile versare l’importo fissato dal Codice della strada nella misura minima decurtata del 30 per cento. I 5 giorni si contano a partire dal giorno successivo a quella di notificazione del verbale e solo qualora il quinto giorno cada di domenica o altra festività è ammesso nel conteggio il giorno successivo. Fino a 60 giorni dalla data successiva a quella di notificazione è possibile pagare l’importo nella misura minima.

Nel caso di verbale contestato direttamente dall’agente accertatore a colui che ha commesso la violazione, il verbale si intende notificato immediatamente e il conteggio dei termini di pagamento parte dal giorno successivo.

Il deposito degli atti nella “Casa comunale” viene effettuato nel caso non sia possibile eseguire immediatamente la notifica per irreperibilità del destinatario, incapacità o rifiuto dello stesso. Una copia conforme all'originale dell'atto viene depositata presso l’ufficio e ne viene data comunicazione con le indicazioni per procedere al ritiro.

Se non è possibile contestare immediatamente la violazione, infatti, il verbale viene spedito alla residenza del proprietario del veicolo: in caso di ricezione nelle mani dello stesso o di un convivente i termini di pagamento partono dal giorno successivo. In caso di assenza del destinatario o di altro convivente l’incaricato della notifica lascia un primo avviso per il ritiro dell’atto al deposito entro la data indicata sullo stesso senza possibilità di delega al ritiro. In caso di mancato ritiro viene tentato un ulteriore passaggio presso la residenza lasciando, qualora il destinatario o altro convivente sia assente, un avviso di ritiro e nella stessa giornata viene spedita una raccomandata. Dopo 10 giorni di deposito dell’atto, questo viene considerato come notificato per “compiuta giacenza”. Se il ritiro avviene entro i 10 giorni da quello indicato sulla busta della raccomandata, il cittadino ha 5 giorni dal ritiro per il pagamento dell’importo decurtato del 30 per cento e 60 per il pagamento dell’importo nella misura minima.

In caso di mancato pagamento degli importi la sanzione viene raddoppiata: il destinatario viene avvisato mediante lettera prima di procedere alla iscrizione a ruolo della somma da corrispondere con gli aggravi previsti per legge. 
Nel caso di preavviso (viene lasciato sul parabrezza del veicolo in mancanza del conducente: è un atto informale, non dovuto, che consente il pagamento della sanzione senza aggravio delle spese di notifica) il pagamento dell’importo decurtato del 30 per cento è possibile per i 5 giorni successivi dalla data del preavviso stesso. In caso di mancato pagamento il verbale viene successivamente notificato alla residenza del proprietario del veicolo e le tempistiche per il pagamento applicate sono le medesime di quelle senza preavviso. La stessa procedura del preavviso viene applicata anche alle violazioni relative alla sosta accertate da personale di Modena Parcheggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Covid a Modena: scendono rispetto a ieri i nuovi casi. Ancora 11 i decessi

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

  • Prodotti "non essenziali" accessibili ai clienti, multe per due ipermercati

Torna su
ModenaToday è in caricamento