rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca

Appalti pubblici truccati: in manette l'ex questore Fioriolli

A Modena dal 1999 al 2001, è stato colpito da un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. La Procura di Napoli gli contesta diversi reati tra i quali l'associazione a delinquere e l'abuso d'ufficio

Associazione a delinquere finalizzata  alla turbativa d'asta, abuso d'ufficio, falso in atto pubblico e rivelazione del segreto d'ufficio. Sono questi i reati contestati dalla Procura di Napoli all'ex questore di Modena Oscar Fioriolli nell'ambito di in un'inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza su presunte irregolarità in appalti pubblici. L'indagine ha portato all'arresto, inoltre, di due ad di società collegate al gruppo Finmeccanica (Elsag Datamat spa ed Electron Italia srl), dell'ex provveditore alle opere pubbliche di Campania e Molise, imprenditori e manager.

Secondo i pm napoletani, sarebbero i manager di due società del gruppo Finmeccanica il fulcro di una "struttura organizzata e consolidata che opera con finalità di aggiudicarsi appalti dalla committenza pubblica attraverso l'utilizzo di illeciti strumenti": con l'aiuto dei loro collaboratori, avrebbero stretto "relazioni affaristiche con esponenti istituzionali", l'ex provveditore Mario Mautone e l'ex questore di Modena Oscar Fioriolli (sotto la Ghirlandina dal 1999 al 2001), per ottenere un trattamento di favore nelle procedure di gara. Costretto ai domiciliari, Fioriolli sarebbe stato attivamente coinvolto nella gara per ristrutturare il commissariato Decumani di Napoli per un bando dall'importo di 800mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti pubblici truccati: in manette l'ex questore Fioriolli

ModenaToday è in caricamento