Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Ospedale Mirandola: si rompe tubatura, allagata radiologia

Il guasto ha avuto luogo sabato alle 18: nessun rischio per i pazienti. Grazie alla collaborazione con gli ospedali di Baggiovara e Carpi sono sempre state garantite le attività di assistenza

L'Ospedale di Mirandola

Sta tornando alla normalità l’attività all’interno dell’Ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola, dopo che sabato, intorno alle 18.00, si è verificata la rottura di una conduttura dell’acqua calda che serve il padiglione Scarlini. A seguito del cedimento del tubo, l’area che ospita radiologia è stata interessata da un allagamento che ha determinato la sospensione dell’attività. Per valutare l’entità del danno ed effettuare i necessari interventi è immediatamente intervenuto il Servizio Tecnico. In meno di quattro ore la conduttura è stata riparata e l’acqua è tornata disponibile in tutta la struttura.

ESAMI - Per ragioni di sicurezza, nella notte tra sabato e domenica sono invece rimaste inattive le attrezzature diagnostiche presenti nell’area interessata dalla fuoriuscita di acqua. La maggior parte di esse, in particolare la risonanza magnetica, la Tac, il mammografo e l’ecografo, grazie all’intervento del servizio di Ingegneria Clinica già questa mattina ha ripreso a funzionare. Restano invece ancora sospese le attività di diagnostica radiologica tradizionale.

ASSISTENZA - La direzione dell’Ospedale di Mirandola ha sottolineato come la continuità assistenziale sia sempre stata garantita grazie alla collaborazione con i Pronto Soccorso degli Ospedali di Carpi e di Baggiovara. Complessivamente, sino ad ora, sono una decina le persone accompagnate presso gli Ospedali di Carpi e di Baggiovara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Mirandola: si rompe tubatura, allagata radiologia

ModenaToday è in caricamento