rotate-mobile
Cronaca

Piano Neve, per la città un esborso di oltre un milione di euro

Pulizia per 1.780 vie, 102 interventi della Municipale, al lavoro 40 tecnici comunali, 40 volontari della Protezione civile e 20 migranti di Mare Nostrum. Muzzarelli: "Il Piano del Comune deve essere potenziato, ma serve aiuto di tutti"

Ammonta a 1 milione 250 mila euro la prima stima di spesa complessiva del Comune di Modena per la nevicata di venerdì 6 febbraio, di cui 350 mila euro per il servizio di pulizia lame e salatura, con l’impiego di oltre 90 tonnellate di sale, 400 mila euro di interventi previsti sulle alberature e 500 mila euro per la messa in sicurezza sulle buche stradali, causate dal mix di sale e neve.

Dalle 2.45 alle 8 di venerdì 6 febbraio sono caduti in città dai 33 ai 38 centimetri di neve, con differenze significative tra centro, frazioni e forese. Gli interventi di pulitura delle 117 lame hanno riguardato 850 chilometri di strade, per un totale di 1.780 vie, cui vanno aggiunti spazi pubblici, parcheggi, piste ciclabili e aree di servizio. La Polizia municipale ha ricevuto 1.504 telefonate ed è intervenuta in 102 casi, impiegando 68 pattuglie per rispondere alle esigenze dei cittadini. Quaranta tecnici comunali hanno lavorato ininterrottamente, con l’aiuto di 40 volontari della Protezione civile e di circa 20 migranti del progetto Mare Nostrum, coordinati dalla cooperativa Caleidos. La scelta di aprire il Novi Park ai possessori di autorizzazione Ztl, miniticket e ai residenti con abbonamenti nelle zone Viali e Margini ha fatto registrare un aumento del 70 per cento dell’utilizzo del parcheggio interrato rispetto alla media storica degli ingressi nelle giornate di venerdì e sabato.

“L’Amministrazione ha lavorato per tenere in funzione la città – ha affermato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli durante la comunicazione nella seduta del Consiglio comunale di lunedì 9 febbraio – e per offrire la migliore situazione possibile alla ripresa della settimana lavorativa. Gli interventi del Piano neve sono proseguiti da venerdì mattina fino a tutta la giornata di domenica, con particolare attenzione alla salatura antigelo delle strade e del centro storico”.

DANNI - Il rilevante peso della neve caduta ha provocato danno ad alberature, strutture e alle linee elettriche. I tecnici comunali e i volontari della Protezione civile hanno svolto un lungo lavoro di recupero rami e frasche, e dalle prime stime effettuate oltre 1.200 alberature hanno subito danni tali da richiedere lavori di messa in sicurezza, potatura o tagli. Gli interventi già effettuati sono oltre 120. Il danno più eclatante a strutture, per il Comune, è quello del telone della piscina Dogali, ma molte sono le criticità dei privati. Cinque linee elettriche di Hera hanno riportato guasti, in particolare nelle aree periferiche della città, e hanno richiesto l’intervento di tutte le squadre interne ed esterne della società che hanno risolto i disservizi di circa 250 utenze. Tra i danni dei privati, il sindaco ha ricordato in Aula il caso dell’artigiano rimasto schiacciato da una tensostruttura: “Siamo in contatto con la famiglia – ha affermato – e facciamo i nostri migliori auguri per una completa guarigione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano Neve, per la città un esborso di oltre un milione di euro

ModenaToday è in caricamento