Turbine, trattori e volontari in viaggio da Modena verso il centro Italia

La Provincia ha messo a disposizione una delle sue turbine, che si unisce ai mezzi partiti ieri dal distretto ceramico. La priorità dei volontari sarà lo sgombero della neve nei comuni maceratesi

Una turbina spartineve della Provincia di Modena è partita nella mattina di venerdì 20 gennaio, da Madonna di Pietravolta a Frassinoro, per raggiungere le zone del centro Italia colpite dal sisma e dalle eccezionali nevicate dei giorni scorsi. Il mezzo sarà gestito da due operatori della Provincia, Dario Serradimigni, capo squadra meccanico, e Giovanni Manfredi, mentre il trasporto è stato messo a disposizione gratuitamente dalla ditta Stradedil di Boccasuolo e la Polizia stradale ha assicurato l'accompagnamento alla destinazione finale, dove sarà effettuato il servizio, che sarà comunicata agli operatori stessi nel corso del viaggio.

«Abbiamo risposato tempestivamente alla richiesta di collaborazione - sottolinea Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena - da parte della Protezione civile, perché la pulizia e la transitabilità delle strade rappresenta una priorità al fine di garantire il lavoro della macchina dei soccorsi. Ringrazio operatori e tutti quanti hanno collaborato e lavorato dalla notte per allestire in tempi rapidi la partenza del mezzo». La turbina dispone di una potente fresa in grado di farsi largo anche in presenza di notevoli cumuli di neve e viene usata dalla Provincia solitamente per tenere aperto il passo delle Radici in caso di abbondanti nevicate.

Mobilitazione anche dai comuni del distretto ceramico, con volontari in viaggio verso il centro Italia con mezzi attivati dalla regione Emilia Romagna in collaborazione con l'Unione Partiti Angelo Curocchi, Ricchi Mirco, Alessio Panini, Riccardo Stefani, Telleri Luciano, Danilo Pighetti, Vittorio Tagliazucchi, Lenzotti Fabrizio, Matteo Comencini, Longhi Antonio, Fabio Braglia e Andrea Ferrarini, con trattori con turbine, puntoni, lame, turbine a mano, pale motorizzate, pale a mano.

Partiranno poi domani mattina, sabato 21 gennaio, alla volta di Visso in provincia di Macerata, i Volontari della Sicurezza di Sassuolo per portare aiuto alla popolazione colpita dal susseguirsi di scosse telluriche dei giorni scorsi e dall’abbondante nevicata. Nel frattempo, questa mattina, è partita una nuova pattuglia della Polizia Municipale di Sassuolo in direzione San Severino Marche,  in appoggio ai colleghi del luogo colpiti dal sisma dando il cambio alla pattuglia sassolese rimasta in trasferta tutta la scorsa settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Resta intanto aperto il conto corrente di solidarietà della Provincia grazie al quale sono  stati raccolti finora oltre 80 mila euro.
Il conto corrente da utilizzare è intestato alla Provincia di Modena: IT 52 M 02008 12930 000003398693. E' importante  specificare la causale: azioni di solidarietà terremoto centro Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Furto e aggressione con una mazza chiodata, modenese ferito in spiaggia

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Si masturba in piazza, fermato accanto al palco del Radio Bruno Estate

  • Contagio, 5 casi nei comuni di Formigine, Castelnuovo e Modena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento