menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il palco in piazza Grande

Il palco in piazza Grande

Pavarotti: piazza Grande piena per ricordare 'Big' Luciano

La serata commemorativa in piazza Grande è stata un successo sia dal punto di vista partecipativo, sia dal punto di vista della riuscita stessa, siia dal punto di vista musicale

Una bella serata in piazza Grande per ricordare il maestro Luciano Pavarotti. Tutto in stile Pavarotti&Friends dei primi anni: la piazza piena, tanti posti riservati agli invitati illustri, le migliori arie d'opera, un'ottima orchestra e buoni cantanti; il tutto condito con garbo ed eleganza a partire dal discorso iniziale del sindaco Giorgio Pighi, fino ad arrivare alla proiezione finale del "Nessun dorma", il brano forse più celebre dell'intero repertorio lirico, interpretato proprio da Pavarotti che, in pochissimi minuti di immagini registrate, ha fatto impallidire i seppur bravi cantanti che si erano esibiti fino a quel momento.

A rappresentare il Comune erano accomodati nelle poltroncine riservate agli ospiti, oltre al Sindaco, gli assessori Sitta e Alperoli; accanto a loro sedeva il vescovo di Modena Monsignor Antonio Lanfranchi insieme ad Andrea Landi, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, al magnifico rettore Aldo Tomasi e al prefetto Benedetto Basile. In ultimo sono arrivate le amiche di Pavarotti, Mirella Freni e Raina Kabaivanska, e la tanto attesa Nicoletta Mantovani. Col quarto d'ora accademico di ritardo è iniziata la serata sulle note di "La forza del destino" di Giuseppe Verdi, eseguita dall'Orchestra del Teatro Regio di Parma diretta dal maestro Aldo Sisillo.


Poi una sfilata di giovani cantanti talentuosi: Valeriu Caradja (Moldavia), Lu Yuan (Cina), Marco Frusoni, Ruzan Mantashyan (Armenia), Olga Busuioc (Moldavia), Cristina Baggio, Yeo Ji Won (Corea del Sud), Elisa Barbero e Daniel Stefanow (Bulgaria) si sono alternati sul palco in una serata divisa in due tempi separati da una breve proiezione sul maxischermo di un filmato biografico su Pavarotti. Nella seconda parte della serata si è anche esibita la Corale Rossini diretta dal maestro Luca Saltini e, insieme all'Orchestra del Teatro Regio, ha dedicato "O Signore, dal tetto natìo" (I lombardi alla prima crociata, Giuseppe Verdi) a Salvatore Licitra, scomparso il 5 settembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento