rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Carpi, Ospedale Ramazzini: aumentano i pazienti di radioterapia

Nei primi cinque mesi dell’anno, i pazienti trattati sono aumentati del 20 % Incrementato anche il numero di trattamenti che è salito del 26%: ampiamente rispettate le indicazioni sui tempi fornite dalla Regione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Continua ad essere positivo il trend relativo all’attività svolta nell’ambito dei trattamenti radioterapici per la cura di patologie oncologiche, sia a livello provinciale che nel distretto sanitario di Carpi dove da gennaio 2012 è attivo un nuovo polo tecnologico di Radioterapia che integra personale medico e tecnico del Policlinico e personale infermieristico e amministrativo dell’Azienda USL, e che stato realizzato grazie allo straordinario sforzo organizzativo ed economico messo in campo dalle Aziende sanitarie, dalla Fondazione CR Carpi, che si è assunta il maggior onere finanziario, dall’Associazione Malati Oncologici di Carpi e da diversi imprenditori dell’area nord della provincia.

Dall’analisi dei dati emerge che dall’inizio dell’anno, a livello provinciale, l’incremento di pazienti seguiti è stato del 4%; un dato che sale al 20% se ci riferiamo solo alla radioterapia di Carpi. Sempre con riferimento ai trattamenti erogati presso il Ramazzini, va aggiunto che anche i volumi sono aumentati in modo rilevante facendo registrare un + 26%. Una conferma ulteriore dei buoni risultati conseguiti arriva dai tempi necessari per accedere ai trattamenti, tempi che dall’avvio dell’attività si sono praticamente dimezzati, rispettando ampiamente i parametri indicati a livello regionale.

Al riguardo è utile infine rammentare che tutte le situazioni urgenti sono tutte affrontate entro le 24 ore. Rispetto poi ai trattamenti cosiddetti prioritari le medie dei tempi di attesa risultano inferiori del 50% rispetto a quelli indicati a livello regionali. Ad esempio per iniziare a trattare casi sintomatici, nella nostra provincia, trascorrono 11 giorni, quando la Regione indica in 20 giorni il tempo entro il quale agire. I dati di Carpi sono perfettamente sovrapponibili a quelli di Modena e rappresentano l’oggettiva conferma di come l’organizzazione funzioni come un unico sistema a tutela di tutti i cittadini della provincia di Modena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi, Ospedale Ramazzini: aumentano i pazienti di radioterapia

ModenaToday è in caricamento