Ravarino: violentò bambina di 8 anni, pedofilo in manette

Nel 2004, uno straniero approfittò dell'assenza del genitore per abusare di una bimba: mercoledì sera l'esecuzione dell'ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Bologna

Approfittò dell'assenza del genitore per abusare della figlia di soli otto anni. Per questa ragione la Squadra Mobile di Modena, nella serata di mercoledì 20 giugno, ha dato esecuzione all'ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Bologna nei confronti di O. F. B. A., 42enne tunisino, ritenuto responsabile di violenza sessuale ai danni di minore di anni quattordici. I fatti contestati risalgono al 2004: l'uomo, allora convivente con un ucraino e i suoi due figli a Ravarino, abusò della piccola. Nel corso del tempo, il pedofilo non si era mai allontanato più di tanto mantenendo la residenza in paese: l'uomo è stato rintracciato infatti nella sua abitazione  e ammanettato. Tratto in arresto, è stato condotto alla Casa Circondariale di Sant'Anna. Lo attende una pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

  • Spaccio e clandestini, chiuso per dieci giorni il bar Nuovo Fiore

  • Regionali. Bonaccini esulta, domani sera festa in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento