rotate-mobile
Cronaca Piazza Grande, 1

Pellacani: "Muzzarelli inventa le ronde che il PD ha sempre osteggiato"

Dopo la decisione di Muzzarelli dell'attivazione di un corpo volontario per la sicurezza costituito da carabinieri in pensione, il consigliere comunale Pellacani (UDC) attacca il sindaco sperando che non sia solo una trovata pubblicitaria

I volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri aiuterà l'operato della Municipale per garantire la sicurezza a Modena. Questa è l'ultima normativa fatta dal sindaco Muzzarelli per in Piazza Grande, Giardini Ducali e Novi Park maggiore sicurezza. Saranno a coppie e gireranno "armati" di tesserino di riconoscimento e radiotrasmittente. Così una ventina di volontari dell'Associazione si uniranno ai già 60 volontari per un totale di 500 ore di servizio. 

PELLACANI: "IL SINDACO INVENTA LE RONDE CHE IL PD AVEVA CRITICATO". Il sindaco Muzzarelli - dichiara il consigliere comunale Giuseppe Pellacani  dell'UDC - interviene per contenere e inventa, udite udite...le ronde! Proprio quelle ronde che il PD ha sempre criticato e osteggiato negando che a Modena vi fosse insicurezza e affermando che di trattavo solo di “percezione” o di “sentiment”. Ora che criminali e balordi, ignorati per anni, prosperano e dilagano dalle strade (rapine, prostituzione, spaccio, vandalismi, questua violenta…) fin dentro le nostre case (furti, violenze e truffe agli anziani…), occupando indisturbati intere zone della città, sembra che Muzzarelli abbia deciso di voltare pagina, di finirla con la politica dello struzzo, fino ad oggi adottata dal PD, di tenere la testa sotto la sabbia per non vedere cosa succede. Meglio tardi che mai! Adesso però deve convincere gli esasperati cittadini modenesi che non si tratta solo di uno spot pubblicitario. Porti dunque subito in Consiglio comunale un vero progetto per la sicurezza, aperto ai suggerimenti delle opposizioni: noi siamo pronti e saremo costruttivi. L’istituzione di ronde (non abbia paura il sindaco di chiamare le cose con il proprio nome), opportunamente costituite da carabinieri in pensione, quindi da professionisti, è una necessità, ma deve essere solo l’inizio di un’operazione più ampia ed organica, che comprenda oltre al centro storico anche le martoriate periferie. Altrimenti si rischia solo una “migrazione” del crimine da una zona all’altra. Tutti i modenesi hanno diritto di uscire di casa con serenità."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pellacani: "Muzzarelli inventa le ronde che il PD ha sempre osteggiato"

ModenaToday è in caricamento