rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Sacca / Via G. Pico della Mirandola

Tiene in casa 350mila euro di refurtiva, denunciato pensionato

Un anziano custodiva orologi, collier, diamanti, bracciali, lingotti in oro e oggetti in argento provento di furto in abitazione perpetrati in tutta la regione. Ritrovamento dei Carabinieri

Denunciato per ricettazione. Questo il provvedimento che ha raggiunto un pensionato 70enne che, all'interno della sua abitazione, custodiva orologi, collier, diamanti, bracciali, lingotti in oro e oggetti in argento per un valore stimato di 350mila euro. Il ritrovamento è stato ad opera dei Carabinieri del Comando Provinciale di Modena. L’ipotesi investigativa è che gli oggetti acquistati nel tempo dall’anziano siano anche in parte provento di furti perpetrati in abitazioni dell’intera Emilia Romagna.

Quello dell'Arma dei Carabinieri è stato un minuzioso lavoro di indagine che è consistito nel risalire uno ad uno gli anelli della ricettazione modenese: provenendo da una gang di stranieri dedita allo spaccio e ai furti in appartamento, la merce rubata passava di mano in mano fino a giungere nella residenza dell'anziano ricettatore nella nostra provincia. 

Come spiegato dallo stesso Colonnello Stefano Savo, nel territorio modenese, quando si combatte la ricettazione, bisogna giocoforza prendere in considerazione anche altri ambiti: "Lo spaccio al minuto è strettamente correlato a questo fenomeno - ha raccontato - La necessità del tossicodipendente di approvigionarsi di sostanze illecite spesso si scontra con le disponibilità monetarie e in questo caso si inserisce la cessione di oggetti rubati".

In tale frangente, i Carabinieri hanno recuperato un abnorme quantiativo di merce provento di furto che, non solo ha richiesto un impegnativo lavoro di catalogazione, ma ancora di più metterà alla prova gli uomini del Comando di via Pico della Mirandola quando dovrano esporre ai cittadini che domanderanno visione dei reperti rinvenuti: in totale, l'Arma ha recuperato 22 collier, 15 spille d'oro, 32 anelli, 18 bracciali, 35 monili d'argento, 14 orologi, 8 diamanti e 182 oggetti vari (argenteria antica, orecchini e monili in genere). Per agevolare l'opera di identificazione da parte dei cittadini, l'Arma sta allestendo un sito web dedicato con le fotografie di ogni singolo oggetto recuperato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiene in casa 350mila euro di refurtiva, denunciato pensionato

ModenaToday è in caricamento