rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca

Ambiente: firmato il Piano Azione Ambientale oggi a Bologna

E' stato firmato stamattina il PAA che prevede la realizzazione di 20 interventi nella Provincia. 2,1 milioni di euro dalla Regione per acqua, rifiuti e biodiversità

Arriveranno dalla Regione oltre 2,1 milioni di euro, per la realizzazione in provincia di Modena di 20 interventi per la qualità dell’acqua, la gestione dei rifiuti, la bonifica di aree inquinate e la conservazione della biodiversità. La cifra è prevista dal Piano regionale di Azione Ambientale 2011-2013, la cui intesa è stata firmata oggi a Bologna dall’assessore regionale all’ambiente Sabrina Freda e dall’assessore provinciale all’ambiente Stefano Vaccari. Lo stanziamento regionale movimenterà complessivamente, considerando anche il cofinanziamento di enti locali e soggetti attuatori, 4,2 milioni di euro. I 20 interventi in programma inoltre comporteranno l’impiego di 160 persone, di cui 130 impegnate nella fase di realizzazione e 30 nella fase di gestione.

"Si tratta di un pacchetto di interventi strategici per migliorare la qualità dell’ambiente – ha detto l’assessore regionale all’ambiente e riqualificazione urbana Sabrina Freda -, un investimento non scontato in tempi di così forte difficoltà per la finanza pubblica, che abbiamo potuto mettere in campo anche grazie alla collaborazione di Comuni e Province. Si è trattato di una lavoro di squadra che ci ha permesso di individuare in tempi brevi criticità e settori di intervento, in coerenza con gli obiettivi della programmazione regionale".

Una prima serie di interventi partirà già nei prossimi mesi con riguardo alla qualità delle acque ed ai rifiuti: in programma sono la realizzazione di un collettore fognario per collegare la zona artigianale Crocetta al depuratore di Finale Emilia e il risanamento di scarichi non trattati ancora a Castelfranco Emilia. A San Possidonio è invece previsto un intervento di messa in sicurezza dell’ex discarica comunale di via Magonza. Saranno invece avviati entro aprile 2012 altri interventi per un ammontare complessivo pari a 3,5 milioni di euro di cui oltre 1,8 a carico della Regione. Si tratta di azioni per la conservazione della biodiversità; la riduzione dei rifiuti e l’ottimizzazione della loro gestione, oltre a progetti per la messa in sicurezza di aree inquinate. In programma in particolare l’acquisizione di aree umide di pianura, interne ai siti Natura 2000, nei comuni di Mirandola, San Cesario sul Panaro, Castelfranco Emilia oltre a interventi di rinaturalizzazione; l’estensione della raccolta del porta a porta nel comune di Modena e in altri comuni della provincia; la realizzazione di stazioni ecologiche interrate a Maranello, Lama Mocogno, Pievepelago, a San Cesario sul Panaro; l’adeguamento di centri di raccolta e del riuso, oltre a interventi di bonifica delle discariche nei comuni di Fanano e Pievepelago e all’impermeabilizzazione e regimazione delle acque superficiali della discarica intercomunale per rifiuti non pericolosi a Montefiorino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: firmato il Piano Azione Ambientale oggi a Bologna

ModenaToday è in caricamento