Cronaca

Danneggia l'auto della sua ex e la malmena, arrestato a Novi di Modena

Il 52enne era già gravato dal “divieto di avvicinamento”, misura che ha violato la scorsa notte. Ora si trova in carcere. Denunciato anche un cingalese a San Felice

Intorno alle ore 2 della notte appena trascorsa i carabinieri delle stazioni di Novi e di Carpi sono stati costretti ad intervenire a Novi, dove un uomo aveva aggredito la propria ex convivente. I militari, infatti, hanno arrestato 52enne che poco prima si era reso protagonista di un dooppio reato. L'uomo aveva infatti danneggiato con calci e pugni l'auto della sua ex, poi si era scagliato contro la donna - residente sempre in paese - la quale sarebbe stata picchiata e raggiunta anche da una testata al volto a seguito di una lite per motivi sentimentali.

I due hanno infatti interrotto la loro relazione, che dalle indagini dell'Arma è risultata essere costellata di episodi analoghi. Il 52enne era già sottoposto alla misura del “divieto di avvicinamento”, emessa dal Tribunale di Modena il 29 gennaio proprio per la sua condotta violenta e che ieri notte è stata violata.

L’uomo è stato quindi portato presso il carcere di Sant'Anna con le accuse di maltrattamento in famiglia e danneggiamento aggravato.

Le liti e i maltrattamenti famigliari continuano a tenere molto impegnati i militari di tutta la provincia di Modena, con decine e decine di casi fortunatamente meno gravi di quello di Novi o di altri che balzano alle cronache locali. Ma gli episodi violenti sono in aumento. La sera del 1 novembre è stato denunciato a San Felice sul Panaro un cingalese di 36 anni che - alla presenza dei tre figli piccoli - ha picchiato la convivente coetanea e connazionale, procurandole lesioni per 10 giorni di prognosi. La donna e i bambini sono stati presi in carico dai servizi sociali comunali e alloggiati in una struttura protetta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danneggia l'auto della sua ex e la malmena, arrestato a Novi di Modena

ModenaToday è in caricamento