rotate-mobile
Cronaca

Protesi al ginocchio e all'anca, Policlinico all'avanguardia nella chirurgia robotizzata

La struttura di Ortopedia e Traumatologia si arricchisce di una nuova tecnologia all'avanguardia. La combinazione tra TAC e chirurgia permetterà di posizionare le protesti in maniera mini-invasiva

Il Policlinico di Modena è il primo ospedale italiano a installare un nuovo sistema che combina TAC e chirurgia computer assistita per posizionare in protesi in modalità  mini-invasiva , con grandi vantaggi nel recupero della funzionalità, installato al Policlinico di Modena. Un altro passo in avanti verso un sistema sanitario in cui l'assistenza della tecnologia diventerà fondamentale. 

I BENEFICI DEL NUOVO ROBOT. Grazie a questa acquisizione, la Struttura Complessa di Ortopedia e Traumatologia, diretta dal prof. Fabio Catani, potrà eseguire interventi di protesi di anca e ginocchio con interventi mini-invasivi e molto più veloci con evidenti vantaggi dal punto di vista del decorso post-operatorio e dei tempi di recupero della funzionalità.

VENERDI' LA PRESENTAZIONE. Il nuovo robot sarà presentato durante una conferenza stampa che si terrà venerdì 6 febbraio 2015 alle 11.30, presso l’Aula P02 (Primo Piano) del Centro Didattico Interdipartimentale dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Tra gli altri, saranno presenti Licia Petropulacos, Direttore Generale del Policlinico, Mariella Martini, Direttore Generale dell’Azienda USL di Modena Anselmo Campagna, Direttore sanitario, Fabio Catani, Direttore della Struttura Complessa di Ortopedia e Traumatologia, Dott. Eugenio Rossi Urtoler, Direttore Dipartimento Ortopedia e Traumatologia dell’Azienda USL.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesi al ginocchio e all'anca, Policlinico all'avanguardia nella chirurgia robotizzata

ModenaToday è in caricamento