Polizia al Novi Sad e XXII Aprile. Trovata droga e fermato clandestino

Una serie di controlli nella giornata di ieri da parte della Polizia di Stato che hanno permesso di rinvenire sia droga, sia assuntore di droga, sia clandestino nelle zone note per la criminalità organizzata

La Polizia di Stato ha effettuato una serie di controlli nella giornata di ieri, nell’ambito del Controllo Integrato del Territorio, nei parchi Novi Sad e XXII Aprile, viale Gramsci, via Attiraglio e via Canaletto. E' stata impegnata una task force della Polizia di Stato, composta da personale della Squadra Volante, della Squadra Mobile, della Squadra Amministrativa, della Divisione Polizia Anticrimine e della Sezione Polizia Stradale, coadiuvato dal Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia e da una unità cinofila di Bologna, ha effettuato un’importante attività in città, finalizzata alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori, dell’immigrazione clandestina e dello spaccio di sostanze stupefacenti. L'iniziativa ha permesso di identificare 121 persone e controllare 55 autoveicoli, noncé conseguire verifiche all'interno di 4 esercizi commerciali. 

LE NOTTI DI DROGA IN VIALE GRAMSCI

Fuga di un assuntore di droga al Novi Sad

All’arrivo degli agenti nell’area del parco Novi Sad, un giovane, originario del Gambia, di anni 24, ha tentato invano di darsi alla fuga, ma è stato prontamente fermato dagli operatori. All’interno di una tasca dei pantaloni, lo straniero occultava due involucri termosaldati di sostanza stupefacente del tipo marijuana del peso di 4,1 grammi complessivi. Per tale motivo, è stato segnalato quale assuntore alla locale Prefettura.

Marijiuana e hashish negli arbusti del parco XXII Aprile

All’interno del parco XXII Aprile sono stati rinvenuti, nascosti in un cespuglio, 11 involucri, contenenti complessivi 25,10 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana e altri 13 involucri per un peso totale di 4,3 grammi di cocaina; durante i controlli al parco Novi Sad sono invece stati recuperati, sempre occultati tra gli arbusti, 6 blocchi solidi contenenti 87,80 grammi di hashish. Tutto lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro penale a carico di ignoti.

PARCO XXII APRILE, DOVE LA DROGA SORGE PRIMA DEL SOLE

Clandestino tenta di fuggire da un esercizio commerciale in zona Canaletto

Inoltre, entrati in un esercizio commerciale in zona Canaletto, un uomo si è alzato e ha tentato di fuggire, tuttavia gli agenti sono immediatamente intervenuti inseguendolo e poi bloccandolo in via Ferrari con non poca difficoltà, dato che il soggetto ha innescato una violenta collutazione con gli operatori, cercando di liberarsi con calci e pugni.  Nella collutazione ha procurato una frattura al dito della mano sinistra di un agente, refertato con prognosi di 30 giorni dal Pronto Soccorso del locale Policlinico. Si tratta di un 24enne di nazionalità marocchina e clandestino. Al termine degli accertamenti di rito, è stato trattenuto presso le celle di sicurezza della Questura, come disposto dal Magistrato di turno, in attesa del processo con rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Livelli dei fiumi in crescita e strade allagate. Chiusi ponti e sottopassi

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

Torna su
ModenaToday è in caricamento