rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca

Infortunio sul lavoro. Da Termoli al Policlinico di Modena con la scorta della Polstrada

Un viaggio di 500 chilometri con le pattuglie di Polizia "apripista" ha consentito ad un 29enne molisano di raggiungere rapidamente la Chirurgia della Mano per essere operato a due dita

Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia Stradale di Modena sono stati impegnati in un servizio particolare, organizzato di comune accordo con le strutture sanitarie coinvolte nel trattamento di un paziente molisano. Un 29enne di Termoli, infatti, è rimasto vittima di un infortunio sul lavoro che gli ha causato la parziale amputazione di due dita di una mano. Il giovane è stato medicato presso l'ospedale più vicino, ma ha preferito richiedere l'intervento degli specialisti della Chirurgia della Mano del Policlinico di Modena, riconosciuti come un'eccellenza nazionale nel loro settore.

La struttura sanitaria molisana non è però riuscita a garantire il trasporto del ferito con i propri mezzi d'emergenza, motivo per il 29enne è stato costretto a mettersi in auto con la fidanza, il padre e un amico per poter raggiungere Modena. La necessità di un trasferimento rapido, ma di oltre 500 chilometri, ha fatto sì che la Polstrada si attivasse e gli agenti di Modena, d'intesa con il COA di Bologna, hanno organizzato una staffetta.

L'auto proveniente dal Molise lungo l'Adriatica è stata "agganciata" al confine con l'Emilia-Romagna e scortata fino a Modena Sud, poi fino all'ingresso dell'ospedale di via del Pozzo. Questo ha consentito di procedere velocemente - pur nel rispetto dei limiti del codice della strada - con la strada "sgombra" grazie alle sirene delle auto di servizio e di consentire così al ragazzo di essere sottoposto all'intervento chirurgico nel minor tempo possibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortunio sul lavoro. Da Termoli al Policlinico di Modena con la scorta della Polstrada

ModenaToday è in caricamento