rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca San Possidonio

Incontra l'amante durante il servizio per il sisma, pompiere finisce in Tribunale

Un'avventura extra-coniugale approda sul tavolo dei giudici di Reggio Emilia. Protagonista un 48enne casertano in servizio a San Possidonio, accusato di peculato e truffa allo Stato: usava l'auto dei Vigili del Fuoco per raggiungere e accompagnare l'amante

Nella miriade di casi grandi e piccoli che affollano le scrivanie degli uffici giudiziari spunta anche una denuncia per una serie di scappatelle extraconiugali. I fatti sono stati messi per iscritto e trasmessi alla Procura di Reggio Emilia dall'ex amante del protagonista di questa storia, un vigile del fuoco originario del casertano, ma trasferito a San Possidonio come rinforzo per il sisma del 2012. L'uomo, un 48enne, si è reso protagonista di avventure amorose doppiamente improprie, non solo perchè appunto extra-comniugali, ma anche perchè condotte durante il servizio, utilizzando i mezzi del Corpo dei pompieri.

Quanto documentato, infatti, parla di due uscite non autorizzate a bordo dell'auto rossa fiammante, con la quale il pompiere ha raggiunto e “scarrozzato” l'amante a cavallo tra il 2013 e il 2014 nella bassa modenese e reggiana. La vicenda è divenuta di dominio pubblico dopo che la stessa donna ha rotto con l'amante – per altro cugino del marito – e dopo che la relazione è degenerata con insulti e minacce. La parola ai giudici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incontra l'amante durante il servizio per il sisma, pompiere finisce in Tribunale

ModenaToday è in caricamento