rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Finale Emilia / Via Fratelli Bonacatti

CasaInsieme, posa della prima pietra per la microresidenza di Finale

Ospiterà anziani che necessitano di assistenza continua. Sabato la cerimonia che darà avvio alla costruzione. Donati dalle associazioni 800mila euro per il progetto

Sabato 20 febbraio alle ore 10,30, in via Fratelli Bonacatti, nell'area dove sorgevano gli spogliatoi dell'ex Campo Robinson, si terrà la cerimonia di posa della prima pietra della “Casainsieme”, la microresidenza assistita di Finale Emilia che potrà ospitare fino a 12 anziani in 6 miniappartamenti. I lavori di costruzione dovranno essere conclusi entro la prossima estate.

La struttura assistenziale voluta da ASP, l'Azienda di servizi alla persona dell'Area Nord nell'ambito del progetto “Casainsieme”, sarà realizzata anche grazie alle fondamentali donazioni di Croce Rossa Italiana, Sindacati Pensionati SPI, FNP e UILP e Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, i cui rappresentanti saranno presenti all'evento di sabato.

Il progetto “Casainsieme” è stato sviluppato da ASP sul territorio di riferimento dei nove comuni dell'Area Nord per offrire una risposta innovativa anche in campo assistenziale ai bisogni sociali emersi con il terremoto del maggio 2012. “Le persone anziane – dice il presidente di ASP, Paolo Negro - sono oggi in una condizione di grande fragilità economica, sociale e relazionale. È indispensabile trovare risposte forti e concrete a partire da una nuova idea di casa: aperta, accogliente, assistita, comunitaria. Occorre sperimentare e realizzare nuove forme abitative assistite che offrano soluzioni flessibili e sostenibili. Casainsieme è questa risposta innovativa e l'estensione di questa risposta a Finale Emilia un traguardo importante. Ringrazio i donatori che l'hanno reso possibile”.

Fin dall'immediatezza dopo il terremoto, ASP e sindaci del territorio dell'Unione Comuni Modenesi dell'Area Nord, si sono attivati per ricostituire nel minor tempo possibile tutti i servizi preesistenti il sisma e per studiare innovazioni nell'ambito dei servizi alla persona.

“La collaborazione che siamo riusciti a instaurare con ASP – aggiunge il sindaco di Finale Emilia, Fernando Ferioli - sta dando risultati che vanno oltre ogni previsione, con nostra grande soddisfazione, come attestato anche dal progetto Casainsieme. Con questa nuova e innovativa struttura residenziale assistita per anziani aggiungiamo un tassello importante nel percorso di ricostruzione della nostra città. Un grande ringraziamento va ai donatori, in particolare a Croce Rossa Italiana e alle sigle sindacali dei Pensionati, che sono stati al nostro fianco fin dai primi momenti dopo il sisma e hanno contribuito a questa realizzazione con più di 800 mila euro. Donatori, questi come gli altri che sono intervenuti e che interverranno nella ricostruzione, grazie ai quali si è costruita una sinergia tra pubblico e privato che permetterà di rendere possibile anche ciò che appare impossibile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CasaInsieme, posa della prima pietra per la microresidenza di Finale

ModenaToday è in caricamento