Profughi senza posti letto, serve un nuovo bando per l'accoglienza

Sono 385 su 1036 i posti rimasti scoperti in provincia di Modena dopo che il precedente bando è andato parzialmente deserto. La Prefettura pubblica una nuova gara per coprire l'anno in corso

Sul delicatissimo tema dell'immigrazione di massa che sta investendo Italia ed Europa si sente molto spesso parlare di “businness dell'accoglienza”, ma a Modena evidentemente gli “affari” non vanno proprio a gonfie vele. Lo testimonia il fatto che circa un terzo dei profughi destinati alla nostra provincia sono rimasti senza vitto e alloggio. Dei 1.036 posti messi a bando ad inizio anno, infatti, soltanto 651 sono stati aggiudicati, mandando invece deserto il bando per i restanti 385.

A renderlo noto è la Prefettura, che ha dovuto pubblicare una nuova selezione pubblica per l'accoglienza del 2016. La cifra di 1036 resta tuttavia una previsione, trattandosi di un fenomeno in rapido cambiamento, con alcuni profughi che potrebbero essere dirottati su altri territori o nei grandi centri di accoglienza. Il bando scadrà il 6 giugno e coprirà il periodo luglio-dicembre. La quota giornaliera per coprire i costi del mantenimento di ciascun immigrato resta di 32,40 euro, per una spesa complessiva dello Stato pari a 2,7 milioni di euro.

Scopo della gara è come sempre quello di determinare una graduatoria di associazioni, altri organismi del privato sociale o operatori economici che hanno maturato una comprovata esperienza nell’ambito del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR), in progetti di accoglienza destinati ai richiedenti la protezione internazionale, o nella gestione dell’emergenza Nord Africa. A chi vincerà il bando competeranno la gestione amministrativa, l'assistenza generica alla persona, pulizia ed igiene ambientale delle strutture di accoglienza, l'erogazione dei pasti, la fornitura di beni di prima necessità, nonché dei servizi per l’integrazione sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento