rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Caduti in Guerra / Viale Martiri della Libertà, 34

CPL e corruzione, la Prefettura replica alle accuse

​Dagli uffici di viale Martiri giungono alcune precisazioni in merito alle presunte sanzioni annullate a beneficio della coop e sulle procedure di ammissione nella white list antimafia. “Accertamenti accurati”

Manifestando l'ormai immancabile “piena fiducia nella Magistratura”, la Prefettura di Modena cerca di fare chiarezza su quanto emerso nell'inchiesta su CPL Concordia, che ha  tirato in ballo anche un dirigente di viale Martiri. Questi non figura tra gli indagati, ma le intercettazioni hanno rivelato un legame con i vertici della cooperativa della Bassa, con presunti scambi di favori.

Motivo di maggior imbarazzo sarebbe l'ipotizzato annullamento di multe per eccesso di velocità in cambio di favori “calcistici” al funzionario. Ma la Prefettura replica: “Come si evince anche da accertamenti disposti in data odierna, negli ultimi anni risultano elevate a carico del Casari o di componenti del Consiglio di Amministrazione della CPL,  6 contravvenzioni al Codice della Strada, di cui una è stata annullata a seguito di ricorso nel 2006, su conforme parere dell’Organo accertatore, per quattro la Prefettura ha respinto il ricorso presentato e l’ordinanza ingiunzione è stata impugnata dinanzi al Giudice di Pace e di esse non si conosce l’esito, e una risulta estinta in quanto emessa la cartella esattoriale in pendenza di ricorso”.

Il secondo aspetto riguarda invece  l’iscrizione della CPL alla “white list” provinciale rispetto alla quale viene adombrata una corsia preferenziale, favorita da un funzionario di questa Prefettura, incaricato, sin dal dicembre 2012, insieme ad  altri, della trattazione delle istanze di iscrizione. 

“Allo specifico riguardo – spiega la nota prefettizia – si riferisce che la posizione della citata cooperativa è stata accuratamente sottoposta ad esame da parte del Gruppo Interforze che, dopo uno scrupoloso e reiterato esame, ha formulato il proprio parere favorevole alla iscrizione. Anche di recente, il Prefetto, in relazione all’istanza di rinnovo della iscrizione alla “white list” presentata dalla CPL, aveva disposto accurati accertamenti attraverso il Gruppo Interforze, tutt’ora in corso, così come aveva avviato le procedure interne per il completamento della rotazione degli incarichi di funzione all’interno della struttura già effettuata rispetto ai Dirigenti”.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CPL e corruzione, la Prefettura replica alle accuse

ModenaToday è in caricamento