“Tutti gli agenti in strada”, debutta il Questore Giuseppe Garramone

Il nuovo dirigente avvia il proprio mandato modenese nel segno di un impegno per il presidio del territorio e dell'apertura al dialogo con la cittadinanza: "Il calo dei reati non sia solo una statistica, lavoreremo perchè sia realmente percepito"

Giuseppe Garramone

“Non sono abituato a proclami, sono una persona pragmatica, La retorica non mi appartiene e preferisco di gran lunga i fatti”. Si presenta così Giuseppe Garramone, da pochi in carica come nuovo Questore di Modena. Garramone, 59 anni, ha esordito incontrando le autorità cittadine, dal Prefetto al Sindaco, e affidando poi alla stampa il suo saluto affabile ed appunto “pragmatico” alla cittadinanza modenese.

“Sono felice di essere a Modena e ringrazio il capo della Polizia per questo incarico ha spiegato Garramone - Modena è una città importante per storia e per il tessuto economico e produttivo”. In queste prime ore all'ombra della Ghirlandina, Garramone ha tentato di acquisire più informazioni possibili, individuando poi alcune direttrici che bene si possono sintetizzare in due messaggi: maggior presidio del territorio e sempre più dialogo.

“Bisogna fare di più contro i reati, specialmente quelli predatori che pur hanno avuto un calo nelle statistiche degli ultimi mesi. Ma la realtà non è fatta però solo di statistiche, ma bisogna portare i cittadini a percepire quotidianamente una maggiore sicurezza”. E per farlo il nuovo Questore ha già tracciato la rotta, secondo un intento molto chiaro: “Servono quante più persone fuori, quanti più agenti per la strada: è l'obbiettivo a cui tengo di più”.

In attesa quindi di capire quali provvedimenti concreti vorrà adottare sul personale a sua disposizione, il Questore ha dichiarato grande apertura al confronto, sia con le forze sociali, sia con i comitati per la sicurezza. “Amo stare tra la gente e mi vedrete spesso passeggiare per la città, perchè voglio toccare con mano la realtà del territorio. Farò di tutto per garantire ordine e sicurezza – conclude Garramone - partendo anche dalla collaborazione interforze, che ormai è indispensabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Giuseppe Garramone si tratta di una “prima volta” a capo di una Questura. In passato ha ricoperto ruoli operativi in territori difficili come Genova e Napoli, prima di approdare alla Scuola di Specializzazione per le Forze di Polizia e negli uffici ministeriali, dove ha tra l'altro gestito il semestre di Presidenza Europeo dell'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 luoghi in Appennino Modenese che non puoi non vedere

  • Via Emilia, giovane accoltellato in pieno centro storico

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Ritrova una busta con 1.150 euro e la consegna ai vigili, era l'incasso di un commerciante

  • Tragedia accanto allo scalo merci, muore schiacciato dalla propria auto

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

Torna su
ModenaToday è in caricamento