rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Ospedale Universitario / Via del Pozzo, 71

Test Medicina, stamane in 940 alla prova di ammissione

Soltanto un candidato su sei potrà accedere ai corsi di laurea in Medicina ed Odontoiatria. Sempre più quesiti di logica e meno di cultura generale, mentre c'è chi auspica l'introduzione di test attitudinali. Risultati online il 30 settembre

Saranno sicuramente tre settimane di attesa snervante per gran parte dei 940 studenti che questa mattina si sono presentati al Centro Servizi Didattici della Facoltà di Medicina e Chirurgia, all'interno del complesso del Policlinico, per sostenere l'attesa prova di ammissione alle lauree a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e protesi dentaria di Unimore.

Già dalle 8 del mattino i candidati si sono attestati all'ingresso dell'edificio, ben tre ore prima dell'inizio formale del test. In tutto erano stati 1.006 gli iscritti, ma a contendersi i 153 posti disponibili sono stati leggermente meno del previsto. Nonostante le defezioni, il numero dei partecipanti è stato più alto del 3,4% rispetto allo scorso anno e questo significa che soltanto uno studente su 6 potrà accedere all'ambito posto universitario.

Ciascun candidato ha ricevuto al termine della prova un foglio su cui risultano prestampati il codice identificativo della prova, l’indirizzo del sito web del MIUR e le chiavi personali per accedere all’area riservata, che sono da conservare con cura ai fini della conoscenza dei risultati. Dal giorno 30 settembre infatti le graduatorie verranno pubblicate online.

“La principale novità di quest’anno – ha affermato la prof.ssa Carla Palumbo dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, Presidente della Commissione di prova - è la minima presenza di quesiti di cultura generale (5) a fronte di un numero maggiore (25) di quesiti di logica. Questo dovrebbe incontrare il favore dei più, anche se sovente, e da più parti, viene auspicato il ricorso a quesiti psico-attitudinali che, sommandosi ai quesiti che attestano il livello culturale, la capacità di ragionamento e le competenze nelle materie di base, siano in grado di valutare l’attitudine del candidato ad esercitare la professione medica, cosa da non trascurare e da tenere, anzi, in estrema considerazione”.

“I lavori sono iniziati in un clima di tranquillità, nonostante la numerosità dei candidati, e si sono svolti secondo i tempi e i modi previsti, senza incidenti di percorso – ha aggiunto la Palumbo – A nome di tutta la Commissione e del personale tecnico-amministrativo che ha partecipato alla buona riuscita dell’esecuzione del test, mi dichiaro soddisfatta dell’espletamento delle procedure. Ora ai candidati non resta che aspettare l’esito delle valutazioni da parte del CINECA e ai docenti attendere di incontrare le nuove matricole per l’inizio delle attività didattiche”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test Medicina, stamane in 940 alla prova di ammissione

ModenaToday è in caricamento