Cronaca Strada Cimitero San Cataldo

Syria Futura, da Modena borse di studio per i profughi siriani

Iniziativa benefica di Porta Aperta, in collaborazione con la missione di Main in Giordania, per garantire ai giovani siriani che hanno dovuto fuggire dalla guerra il proseguimento del loro percorso di formazione scolastica

Il volontariato modenese si stringe attorno alla Siria, con un progetto che punta alla cultura come chiave per la ripresa di una terra e di un popolo devastato dal conflitto interno. Ha infatti preso il via a Modena il progetto di raccolta fondi “Syria Futura”, promosso dal centro di accoglienza della Caritas modenese Porta Aperta, in collaborazione con Centro Servizi per il Volontariato di Modena, CSI Modena e Piccola Famiglia dell’Annunziata. L'obbiettivo è quello di finanziare borse di studio a favore dei giovani profughi siriani costretti dalla guerra ad abbandonare gli studi e la loro terra.

“100 euro per una borsa di studio -Contribuiamo a preparare una nuova generazione per la ricostruzione della Siria”, questo lo slogan scelto dal centro di San Cataldo per il suo progetto benefico, che è possibile approfondire al sito www.syriafutura.it. Porta Aperta raccoglie i fondi e li invia, tramite bonifico bancario, alla comunità della Piccola Famiglia dell’Annunziata a Main, in Giordania. I religiosi della Comunità provvederanno poi a trasmettere le borse di studio ai casi più meritevoli loro segnalati. 

“Una terra che rischia di non avere futuro -spiegano i volontari di Porta Aperta – È drammatica la situazione dei giovani profughi siriani costretti dalla guerra a sospendere gli studi, con il preoccupante rischio che, all’arrivo della pace sperata, manchi chi sarà in grado di ricostruire la Siria e un futuro di speranza. È pensando al valore della formazione e dell’educazione per costruire un presente di speranza e un futuro di pace, che abbiamo deciso di promuovere questo progetto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Syria Futura, da Modena borse di studio per i profughi siriani

ModenaToday è in caricamento