Papa Francesco a Carpi e a Mirandola, il programma della visita

Reso noto il programma di massima della visita pastorale del Pontefice nella Bassa modenese. Messa e Angelus a Carpi, poi incontro con i sacerdoti e visita a Mirandola e al monumento per le vittime del sisma 2012

E’ stato comunicato stamani il programma di massima della visita di Papa Francesco nella Diocesi di Carpi prevista per domenica 2 aprile 2017. Come era già trapleato, il Pontefice non si limiterà alla visita a Carpi, ma si sposterà anche nella vicina Mirandola. La prefettura della Casa Pontificia ha reso noto il programma definitivo.

Alle 8.15 il Santo Padre decollerà dall’eliporto del Vaticano per atterrare alle 9.45 nel campo di rugby “Dorando Petri” a Carpi, dove sarà accolto dal Vescovo di Carpi, monsignor Francesco Cavina, dal presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, dal prefetto di Modena, Maria Patrizia Paba, e dal sindaco di Carpi, Alberto Bellelli.
 
Da lì il Papa si traferirà in auto in piazza Martiri: qui alle 10.30, presiederà la concelebrazione eucaristica e pronuncerà l’omelia. Al termine della celebrazione, il messaggio di ringraziamento del Vescovo Cavina e, a seguire, la recita dell’Angelus.
 
Terminata la celebrazione, verranno presentate al Santo Padre, per la benedizione, le prime pietre di tre nuovi edifici della Diocesi di Carpi: la chiesa nuova della parrocchia di Sant’Agata-Cibeno a Carpi; la “Cittadella della carità” a Carpi; la casa di esercizi spirituali di Sant’Antonio in Mercadello di Novi di Modena.
 
Alle 13, presso il Seminario vescovile, il Papa pranzerà con i Vescovi della Regione, i Sacerdoti anziani residenti nella Casa del Clero e i Seminaristi. Dopo la sosta di riposo, alle 15, nella Cappella del Seminario, il Pontefice incontrerà i Sacerdoti diocesani, i Religiosi, le Religiose e i Seminaristi, a cui, dopo la presentazione del Vescovo Cavina, rivolgerà il suo discorso.
 
Terminato l’incontro con il Clero, il Santo Padre lascerà il Seminario e farà una breve sosta nella Cattedrale. Seguirà il trasferimento in auto a Mirandola, dove Papa Francesco arriverà alle 16.30 presso il Duomo, accolto dal sindaco Maino Benatti e dal parroco don Flavio Segalina. Il Santo Padre sosterà all’ingresso del Duomo, ancora inagibile a seguito del sisma e, nella piazza davanti alla chiesa, pronuncerà il suo discorso alle popolazioni colpite dal terremoto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Terminato il discorso, il Santo Padre si trasferirà in auto alla parrocchia di San Giacomo Roncole di Mirandola, per un omaggio floreale alla stele, realizzata dalla Diocesi di Carpi, che ricorda le vittime del terremoto. Quindi il Santo Padre si congederà dalle Autorità che lo hanno accolto al mattino: il decollo dal campo sportivo adiacente la parrocchia di San Giacomo Roncole è previsto per le 17.30, mentre l’atterraggio nell’eliporto del Vaticano per le 19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

Torna su
ModenaToday è in caricamento