rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Promotore finanziario truffa i clienti per 300mila euro, ripagava così i debiti di gioco

Aveva accesso ai conti correnti dei suoi “assistiti”, dai quali sottraeva ingenti somme per poi pagare il gioco del Lotto, da cui era dipendente a livello patologico. L'uomo è stato denunciato dalle Fiamme Gialle di Modena

Nei guai un promotore finanziario modenese, regolarmente iscritto all’albo, che è finito sotto inchiesta per essersi appropriato fraudolentemente di ingenti somme che i suoi clienti gli avevano affidato affinché curasse la gestione finanziaria dei loro risparmi. L'indagine della Procura delle Repubblica è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Modena.

In particolare, nel corso dell’attività investigativa coordinata dal Pubblico Ministero Katia Marino, è stato accertato come l'uomo, in un caso approfittando del rapporto di fiducia che da anni aveva instaurato con un’anziana cliente, invalida al 100%, si sia fatto rilasciare numerosi assegni firmati in bianco tramite i quali ha distratto dal conto della signora quasi 200.000 euro facendole credere che sarebbero stati utilizzati per compiere investimenti. Non contento, ha altresì utilizzato la carta bancomat collegata al citato conto corrente, che gli era stata consegnata per adempiere alle necessità quotidiane dell’anziana, per effettuare a titolo personale prelievi di denaro contante e pagamenti POS per un importo di quasi 30.000 euro.

I finanzieri hanno anche scoperto come il professionista disponendo delle password di accesso ai servizi di home banking del conto di un altro sfortunato cliente avesse fraudolentemente disposto indebitamente bonifici a proprio favore per circa 160.000 euro

Ma la cosa che ha lasciato gli investigatori più stupiti è il fatto che gli accertamenti successivi hanno permesso di verificare come la quasi totalità delle somme rubate fossero state impiegate per pagare i debiti che il promotore aveva contratto con alcune ricevitorie del Lotto presso cui si recava a giocare con un’assiduità che potrebbe definirsi patologica. 

Alla luce di quanto sopra esposto, a conclusione delle indagini il professionista è stato denunciato oltre che per il reato di truffa aggravata, anche per utilizzo indebito di strumenti di pagamento elettronici ed accesso abusivo ad un sistema informatico e frode informatica. La CONSOB ne ha altresì disposto la sospensione dall’albo dei promotori finanziari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promotore finanziario truffa i clienti per 300mila euro, ripagava così i debiti di gioco

ModenaToday è in caricamento