Prostituzione: chiuso il night club in cui lavorava Nadia Macrì

La Polizia di Stato ha abbassato la saracinesca al Panther di Cittanova: chiuso anche un night alla Sacca. In totale, elevate sanzioni amministrative per circa 90mila euro

Nadia Macrì

In passato era diventato famoso per avere ospitato la escort dell'allora premier Silvio Berlusconi, la reggiana Nadia Macrì: oggi, il night club Panther di Cittanova ritorna sotto le luci della ribalta per un'operazione di polizia amministrativa condotta da Questura e Municipale. Il locale, in teoria, era un circolo privato, in pratica una casa chiusa in piena regola. Questo night non è stato l'unico a cadere sotto i colpi della legge: saracinesche già anche per un altro "circolo" alla Sacca, il Kwest. L'operazione ha portato alla denuncia di sei persone, accusate di sfruttamento della prostituzione, e oltre 60mila euro di multa per l'attività condotta nei privé ricavati all'interno del night di Cittanova, 30mila per quello della Sacca. La situazione presentatasi agli investigatori lo scorso fine settimana ha lasciato ben pochi dubbi: le ragazze, tutte regolari originarie di Cuba, Brasile e dell'est europeo, accoglievano i clienti in abiti succintissimi, servendo drink al bar e, eventualmente, prestazioni extra in una saletta appartata, tutte segnate su una "pratica" drink card.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento