Degrado all'R-Nord: Hotel Eroina si è convertito a Hotel Prostituzione

Il mestiere più antico del mondo dilaga negli appartamenti di strada Attiraglio: i controlli congiunti di Municipale e Polizia di Stato hanno fatto emergere diverse irregolarità tra cui un subaffitto a uno straniero che si faceva pagare da un gruppo di ragazze sue connazionali

Il posto integrato di Polizia Municipale all'R-Nord

Un tempo noto come Hotel Eroina, il tristemente celebre condominio R-Nord ha diversificato il proprio business virando sul mestiere più antico del mondo: la prostituzione. Se l'esercizio sui marciapiedi di strada Canaletto sud è riservato a due-tre donne, all'interno degli appartamenti di strada Attiraglio è stata accertata da Municipale e Polizia di Stato la pratica del meretricio da una folta pattuglia di ragazze ungheresi.

Effettuati mercoledì mattina, i controlli delle Forze dell'Ordine su nove appartamenti dello stabile hanno consentito di appurare la presenza di giovani donne magiare ospiti di un loro connazionale, già noto per avere commesso reati contro il patrimonio e, soprattutto, per favoreggiamento della prostituzione. Ulteriori accertamenti hanno permesso agli agenti di risalire al proprietario di questo appartamento "ungherese" che, avendo affittato lo stesso a un altro cittadino italiano, aveva presentato nel settembre scorso una richiesta di intimazione di sfratto per morosità presso il Tribunale di Modena. Tali verifiche hanno accertato che l’affittuario percepiva regolarmente delle somme di denaro dalle donne, senza, però provvedere ai pagamenti nei confronti del titolare dell’immobile e dell’amministratore di condominio.

In un altro appartamento, poi, sono state rintracciate alcune donne colombiane, due delle quali dedite alla prostituzione. Altri due uomini, invece, non hanno esitato a scavalcare il muro di protezione per nascondersi nel balcone dell’appartamento attiguo, nonostante l’immobile fosse al nono piano. I fuggitivi ultimi sono stati, comunque, raggiunti e bloccati. Accompagnati in Questura per procedere alla loro identificazione, sono stati espulsi dal territorio nazionale, con il trattenimento di uno di loro presso il Cie di via Lamarmora. Altre donne di nazionalità straniera, inoltre, sono state identificate dagli operatori di Polizia poiché impegnate a prostituirsi in via Emilia Ovest.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento