rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Frassinoro: le province di Modena e Reggio reintroducono la trota

Le due province affronteranno la reintroduzione della trota nei torrenti di montagna tramite la realizzazione di un nuovo centro di riproduzione a Fontanaluccia di Frassinoro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Modena e Reggio Emilia gestiranno insieme tutela, sviluppo e reintroduzione della trota nei torrenti di montagna tramite la realizzazione di un nuovo centro di riproduzione a Fontanaluccia di Frassinoro. Lo stabilisce un accordo tra le Province di Modena di Reggio Emilia approvato nei giorni scorsi dal Consiglio provinciale di Modena (a favore tutti i gruppi tranne la Lega nord che si è astenuta).

Come ha sottolineato Giandomenico Tomei, assessore alle Politiche faunistiche della Provincia di Modena, presentando il provvedimento «l’accordo prevede di realizzare un nuovo centro interprovinciale a Fontanaluccia che in futuro potrà essere gestito dal nuovo ente che nascerà dall’unificazione tra le due Province. L’obiettivo è salvaguardare una specie pregiata, in forte calo negli ultimi decenni, allevando e immettendo nei corsi d’acqua trote del ceppo autoctono di maggior pregio che meglio si adatta all’habitat naturale dei nostri torrenti.  Con Reggio Emilia - ha aggiunto Tomei - abbiamo in comune l’asta fluviale del Secchia e i rispettivi affluenti, molto frequentati dai pescatori di entrambe le province, soprattutto dagli appassionati della pesca alla trota fario. E’ interesse comune, quindi, favorire lo sviluppo ittico attraverso il  ripopolamento con esemplari giovani e adulti».

Il progetto, finanziato dalla Regione con un primo stanziamento di 60 mila euro, prevede la realizzazione di un centro di riproduzione e accrescimento di circa 40 quintali all’anno di trote che una volta diventate adulte saranno immesse nel torrente Dolo. L’attività si integrerà con quella di un altro centro della Provincia di Modena attivo a Fontanaluccia, dedicato alla riproduzione di esemplari giovani, e dei centri presenti a Fanano e a Villa Minozzo nel reggiano. Ora le due Province dovranno stabilire tempi e modalità di realizzazione del progetto a partire dall’acquisizione dei terreni, poi la realizzazione della viabilità di accesso e infine delle vasche di riproduzione per un investimento complessivo pari a 200 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frassinoro: le province di Modena e Reggio reintroducono la trota

ModenaToday è in caricamento