rotate-mobile
Cronaca

Unimore, sì al punto di ascolto per studenti in difficoltà

"Punto di ascolto" è stato sperimentato nel 2011/2012 con gli studenti della Facoltà di Scienza della Formazione oggi Dipartimento di Educazione e Scienze Umane, dell'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia

Sì al “Punto di ascolto” per gli studenti. Il progetto pilota voluto dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, con l’obiettivo di affiancare psicologicamente studenti con disagi durante il percorso universitario per evitare abbandoni agli studi, ha dato risultati positivi ed è destinato a continuare. “Punto di ascolto” è stato sperimentato nel 2011/2012 con gli studenti della Facoltà di Scienza della Formazione oggi Dipartimento di Educazione e Scienze Umane, dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Un gruppo di ragazze tra i 20 e i 31 anni si è rivolto al servizio con difficoltà relazionali, problematiche negli studi e insicurezza riguardo le proprie capacità. Lo strumento utilizzato è stato quello del colloquio con l’esperto, per un numero totale di 127 incontri, da un minimo di 3 ad un massimo di 14 per studente. Il servizio è stato pensato e gestito dalla cattedra di Psicologia sociale tenuta dal prof. Dino Giovannini. Il Punto di ascolto ha superato ogni aspettativa: ha permesso alle giovani coinvolte di parlare di sé senza paura, ha messo in gioco le loro insicurezze e i loro disagi, ha permesso loro di scoprire e utilizzare i propri punti di forza, trasformandoli negli strumenti giusti per sostenere l’Università e i suoi ritmi.  

“Nelle risposte fornite, spiega il prof. Dino Giovannini, emerge che l’occasione offerta dal Punto di ascolto ha dato a tutti la capacità di ritrovare motivazione e di riconcentrarsi sugli obiettivi, di ritrovare più fiducia in sé. Da tutte le persone che hanno utilizzato il servizio è emersa la soddisfazione piena per l’opportunità offerta dalla facoltà e tenuto conto delle richieste avanzate sin dall’inizio di questo anno accademico di poter utilizzare il servizio del Punto di Ascolto è venuto anche il suggerimento perché il servizio continui e possa estendersi a favore di altri studenti ”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unimore, sì al punto di ascolto per studenti in difficoltà

ModenaToday è in caricamento