rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Pomposa / Via Pomposa

Il Questore Giovanni Pinto: "Centro storico, riqualificazione prioritaria"

Nel mirino della Polizia di Stato la microcriminalità organizzata, lo spaccio di sostanze stupefacenti e l'immigrazione clandestina. Ieri sera intervento in piazza Pomposa: sei immigrati irregolari accompagnati in Questura

Il neo Questore di Modena Giovanni Pinto considera la riqualificazione del centro cittadino un’esigenza di primaria importanza. Restituire il “cuore” della città ai residenti e permettere loro di vivere gli spazi urbani “in sicurezza” è un diritto della comunità da garantire nella sua interezza. Da qui il particolare impegno del Questore nell’interpretare e cogliere le istanze dei cittadini e nell’attuare una attenta e capillare attività di prevenzione. A giorni verrà predisposto uno specifico piano di intervento, anche con la collaborazione della Polizia Municipale, che già da tempo opera al fianco della Polizia di Stato, che si svilupperà su due fronti: quello tangibile del controllo del territorio da parte della Squadra Volante e quello propriamente investigativo attuato dalla Squadra Mobile.

Verrà dato seguito agli esposti dei cittadini, che sottolineano situazioni di degrado urbano particolarmente evidente nella zona della Pomposa, del Tempio e di piazza Matteotti. Obiettivi: la microcriminalità diffusa, lo spaccio di sostanze stupefacenti e l’immigrazione clandestina. Le stastitiche rilevano che nelle ultime settimane sette sono stati gli arresti per spaccio di sostanza stupefacente di cittadini provenienti dal Nord Africa in possesso di permessi di soggiorno provvisori per motivi umanitari. Particolare attenzione verrà, pertanto, posta in essere onde limitare il più possibile la presenza di cittadini stranieri, di nazionalità prettamente tunisina, dediti a tale attività criminosa.

Già nella serata di ieri, personale della locale Squadra Volante, affiancato dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile e dai colleghi del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia, hanno  effettuato una vigilanza dinamica nella zona centrale della città, “ripulendo” piazza della Pomposa dalla presenza ingiustificata di un gruppo di cittadini immigrati clandestini. Sei di questi, infatti, accompagnati presso gli uffici della Questura per accertamenti più approfonditi, dai quali è emersa la loro irregolarità sul territorio nazionale, sono stati denunciati a piede libero, dopo aver trascorso la notte in Questura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Questore Giovanni Pinto: "Centro storico, riqualificazione prioritaria"

ModenaToday è in caricamento