Mirandolese incastrato dal suo "asso nella manica": aveva 20 grammi di droga nascosti nel gesso

Coltivava cannabis a casa della nonna, poi la nascondeva nel gesso della mano sinistra per trasportarla indisturbato. L'improbabile nascondiglio è stato scoperto dai Carabinieri di San Felice sul Panaro durante un'azione volta al contrasto dello spaccio

Nella serata di ieri, i militari della Stazione di San Felice sul Panaro, durante uno specifico servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, si sono trovati davanti agli occhi una situazione veramente insolita. 

I Carabinieri infatti hanno rinvenuto nel gesso della mano sinistra di un ragazzo mirandolese 17 grammi di hashish e 3 grammi di marijuana, che si è in seguito scoperto essere stata coltivata a casa della nonna, dove il giovane vive. Qui i carabinieri hanno trovato tre piante di canapa e tutto l'occorrente per farle fruttare: una lampada alogena, un ventilatore ed un timer. 

Il 28enne è stato deferito in stato di libertà, mentre le sostanze e l'attrezzatura sono state sequestrate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Maxi sequestro a Modena Nord, fermato un Tir con 22 chili di cocaina

  • Coronavirus, percentuale positivi ancora alta in regione. Modena balza in testa

  • Family Card 2021, come fare domanda per gli sconti sulla spesa

Torna su
ModenaToday è in caricamento