menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studenti aggrediti e rapinati con coltelli e pistola, quattro giovanissimi denunciati

Un piano studiato a tavolino per condurre le vittime in una zona isolata e poi colpire e derubarli degli effetti personali. I Carabinieri hanno incastrato quattro giovanissimi di Castelfranco Emilia per una rapina commessa nella vicina Calcara

Martedì scorso, 18 giugno, un gruppetto di ragazzini è stato vittima di una rapina a mano armata, avvenuta intorno alle 23 in via Scorzoni nella frazione di Calcara di Valsamoggia. Assaliti da tre giovani i malcapitati sono stati derubati di catenine d'oro e orologi, sotto la minaccia di coltelli e anche di una pistola, risultata poi essere un'arma a gas di quelle usate ad esempio per il softair.

Da quanto si apprende, il gruppetto è stato assalito dai tre che, a volto travisato, sono spuntati improvvisamente da un cespuglio. Con violenza i malintenzionati si sono rivolti ai ragazzini, intimando loro di consegnare gli oggetti di valore. Con il bottino in pugno, circa 1500 euro il valore, i tre sono poi fuggiti via.

Denunciato l'accaduto ai carabinieri, si è però scoperto che i ragazzini erano stati vittime di piano premeditato e subdolo: uno dei rapinati era in realtà in accordo con gli aggressori. Mentre i tre -  due minori e un maggiorenne - avevano il compito di portare materialmente a termine la rapina, il complice aveva invece l'incarico di condurre le vittime in un luogo isolato e concordato dove poter agire indisturbati.

Parte della refurtiva è stata infatti trovata nelle abitazioni dei ragazzi autori del gesto, residenti con le loro famiglie nel comune di Castelfranco Emilia. Per i quattro balordi è così scattata una denuncia per rapina aggravata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Emilia-Romagna 1.208 nuovi positivi, di cui metà asintomatici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento