menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tredicenne rapinata in piazza a Sassuolo. Ma il cellulare era già stato rubato

Arrestato uno straniero di 21 anni, responsabile della rapina. I Carabinieri hanno però accertato che l'adolescente non era proprietaria del telefono, ma lo aveva sottratto ad una compagna di scuola

Episodio singolare e doppiamente preoccupante quello che si è verificato ieri pomeriggio inotrno alle ore 16.30 in piazza Tien An Men a Sassuolo. I Carabinieri di pattuglia che si trovavano a transitare in piazza hanno infatti notato un certo parapiglia, scorgendo un giovane darsi alla fuga dopo aver aggredito una ragazza adolescente. I militari non hanno atteso un istante e sono riusciti in brevssimo tempo a bloccare un 21enne di origine marocchina, appuranto che poco prima si era impossessato dello smartphone che una 13enne aveva con sè.

Il giovane nordafricano è stato condotto in caserma e tratto in arresto per rapina, ma gli accertamenti sulla refurtiva hanno rivelato qualcosa di inaspettato. Il cellulare, infatti, non era di proprietà della giovane rapinata, bensì di una sua coetanea. E' emerso che la stessa 13enne se ne era impossessata il giorno prima, giovedì 24, nel corso del doposcuola pomeridiano.

Sono quindi in corso valutazioni sull'accaduto che ha coinvolto le due minori, mentre il 21enne sarà processato per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento