menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ventenne picchiato e rapinato in centro a Sassuolo, ladro in manette

La Polizia ha fermato un 23enne marocchino, riuscendo anche a recuperare lo smartphone sottratto alla vittima. E' accaduto ieri sera in via Battisti

Alle 22.50 di ieri sera un ragazzo ha contattato la centrale operativa della Polizia di Stato, spiegando di essere appena stato aggredito e rapinato. E' successo a Sassuolo, nella centralissima via Battisti: la vittima ha spiegato di stare passeggiando insieme alla sua ragazza e di essere stato avvicinato da tre giovani stranieri che hanno chiesto una sigaretta. Mentre due si sono allontanati, il terzo è rimasto per attaccare bottone e poi improvvisamente ha aggredito il 20enne con un calcio. Ne è poi nata una colluttazione, durante la quale il ladro - perchè tale si è rivelato - è riuscito a impossessarsi dello smartphone che il sassolese teneva in tasca e poi si è allontanato.

Gli agenti del Commissariato hanno tracciato un identikit sommario del malvivente grazie alla descrizione della vittima e si sono portati sul posto: non è passato molto tempo prima che i poliziotti riuscissero a rintracciare il criminale, che dopo essere stato bloccato è stato trovato ancora in possesso del telefono rubato. In un secondo momento anche la vittima lo ha riconosciuto presso il Commissariato.

Si tratta di un 23enne di nazionalità marocchina, pregiudicato e già destinatario di un decreto di espulsione non rispettato. Dopo una notte trascorsa in cella, sarà processato per direttissima e a seguito delle valutazioni del giudice sarà chiesta una nuova espulsione. Il venetenne aggredito è stato medicato al pronto soccorso e dimesso con una prognosi di 5 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento