Ruba attrezzi da lavoro e spintona cassiera, rapinatore in manette

Nel tentativo di fuggire da un centro commerciale di Castelfranco con lo zaino pieno di utensili, un 23enne ha colpito una donna per poi darsi alla fuga: catturato dai Carabinieri, aveva rubato 500 euro di arnesi da "riciclare" nell'esecuzione di furti con scasso

Gli attrezzi rubati

Dopo avere riempito uno zaino di attrezzi da lavoro esposti sugli scaffali, ha provato a superare le casse cercando di passare inosservato venendo, però, tradito dal sistema antitaccheggio: vistosi scoperto e dovendo affrontare la resistenza del personale, ha spintonato a terra una cassiera per poi darsi alla fuga. Questa la dinamica della rapina verificatasi oggi alle ore 13 a Castelfranco Emilia in un centro commerciale. Autore dell'assalto il 23enne rumeno L. V., disoccupato, senza fissa dimora.

AGGRESSIONE - Braccato dalla responsabile delle casse, una 40enne originaria di Anzola dell'Emilia che ha tentato coraggiosamente di sbarrare il passo al ladro, il giovane ha reagito violentemente, spintonando e colpendo la donna con lo zaino pieno dei pesanti utensilirubati. Successivamente, il 23enne si è dato alla fuga appiedata in direzione via Emila Est. A causa dell’aggressione subita, la donna è poi ricorsa alle cure mediche del personale del 118: come rilevato dai medici, ha subito lievi contusioni giudicate guaribili in tre giorni.

LA FUGA - Nel frattempo, allertati dai dipendenti del centro commerciale, sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Castelfranco, che, passata al setaccio l'intera zona, sono riusciti a rintracciare e catturare il malvivente in fuga. Quando è stato bloccato, il giovane aveva già raggiunto via Emilia Est, dove avrebbe probabilmente cercato un passaggio o da dove avrebbe tentato far perdere le proprie tracce nei campi circostanti. Stando a quanto rilevato dagli uomini dell'Arma, non è escluso che tali arnesi potessero essere destinati all'esecuzione di furti con scasso: si tratta infatti di un’ingente quantità di pinze, chiavi e cacciaviti, del valore complessivo di quasi 500 euro, che i militari hanno recuperato e restituito all’esercizio commerciale. Tratto in arresto, il 23enne è stato trasportato nelle camere di sicurezza della stazione in attesa di processo per direttissima.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

  • #ioapro, controlli e multe nei locali e nelle palestre. Sanzioni anche per i clienti

Torna su
ModenaToday è in caricamento