menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba un orologio e sferra un pugno alla commessa, arrestato. Feriti anche i carabinieri

Un giovane straniero è stato bloccato dopo una rapina impropria in un "mercatone" gestito da cittadini cinesi. La violenza è continuata fino in cella

Ieri pomeriggio un giovane straniero si è recato presso un emporio gestito da imprenditori cinesi in città. Dopo aver acquistato della biancheria intima si è apprestato a pagare il dovuto, ma un attimo prima si è impadronito furtivamente di un orologio esposto vicino alla cassa. La commessa si è però accorta del gesto e ha chiesto di restituire il maltolto.

A questo punto il ladro ha reagito in modo violento, spintonando la cassiera colpendola anche con un pugno al volto. Le urla della donna hanno richiamato alcune delle persone presenti nei pressi del negozio, che hanno cercato di bloccare il malvivente fino all'arrivo delle forze dell'ordine, che sono state rapide ad intervenire.

Una pattuglia del Radiomobile dei Carabinieri, infatti, ha raggiunto e fermato a fatica il ragazzo, poi accompagnato in caserma. Il 27enne tunisino si è dimostrato particolarmente violento e, dopo aver minacciato di morte i militari, ha costantemente opposto resistenza. Anche per le operazioni di fotosegnalazione è stato necessario il supporto di altri due carabinieri, che al pari dei colleghi hanno poi riportato alcune lesioni lievi.

Il 27enne è stato tratto in arresto con l’accusa di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale e sarà processato oggi per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento