Tre rapine in poche ore, nella fuga finisce contro l'auto della Polizia e viene arrestato

Tre colpi tra la Crocetta e Albareto: la Polizia ha indiviato il responsabile, che ha rubato circa 500 euro nei due colpi, mentre il primo non è andato a segno

Nella giornata di oggi - 17 maggio - sono state messe a segno due rapine in città, mentre una terza non è andata in porto. La prima è andata in scena questa mattina presso la cartoleria situata nella piazzetta del quartiere Torrenova: un uomo con il volto coperto è entrato e ha intimato al negoziante di consegnargli del denaro, facendo intendere di avere con sè un'arma. Di fronte al rifiuto dell'esercente, tuttavia, il malvivente si è allontanato a mani vuote.

Poco dopo, però, la stessa scena si è ripetuta presso la tabaccheria della frazione di Albareto e in questo caso il tabaccaio ha consegnato 60 euro e tanto è bastato a far uscire di scena il malvivente, che si è allontanato a piedi lungo strada Albareto.

Qualche ora dopo, alle 15.40, un episodio analogo si è verificato presso la Farmacia Comunale della Crocetta: qui il rapinatore si è intascato poco più di 400 euro, per poi allontanarsi in bicicletta. In tutte le circostanze sono intervenuti i poliziotti della Volante, che hanno raccolto testimonianze e immagini delle telecamere, riuscendo ad ipotizzare con quasi assoluta certezza che dietro ai due colpi si nascondeva la stessa mano.

Anche la Squadra Mobile si è attivata con tre pattuglie sul territorio e grazie ad una rapida indagine, è riuscita ad individuare e a fermare quello che si riteneva  essere il rapinatore, ripreso sia dalle telecamere di videosorveglianza che da un cliente della farmacia appena rapinata. I poliziotti lo hanno intercettato 10 minuti dopo l'ultimo colpo in via Due Canali Nord, mentre pedalava ad alta velocità. Il malvivente si trovava probabilmente sotto l'effetto di qualche sostanza stupefacente e nel tentativo di darsi alla fuga è andato a schiantarsi con la sua bici contro l'auto della Squadra Mobile, balzando sul parabrezza e ferendosi al mento.

E' così finito in manette un 32enne italiano, incensurato e nullafacente. Gli agenti lo hanno trovato in possesso del passamontagna e degli occhiali usati per travisarsi durante i colpi, ma non sono riusciti a recuperare il denaro. Il criminale, per decisione del magistrato di turno, è stato condotto direttamente in carcere in attesa di processo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In balia della corrente sul materassino, due ragazzi modenesi salvati in Salento

  • Auto nel fosso, grave una coppia incastrata nel veicolo capottato

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Lieve scossa di terremoto sull'Appennino modenese

  • Gli eventi da non perdere a Ferragosto a Modena e provincia

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

Torna su
ModenaToday è in caricamento