Rapine e stupri a danni di prostitute: due arresti dei Carabinieri

I militari hanno fatto irruzione nelle abitazioni di due stranieri: l'inchiesta era scattata il 31 gennaio, quando gli agenti erano intervenuti nell'appartamento di una prostituta che aveva chiesto aiuto dopo essere stata violentata e rapinata

Le indagini sono state condotte dai Carabinieri

Due tunisini accusati di aver rapinato e violentato prostitute sono stati arrestati dai carabinieri a Modena. In manette sono finiti H. B., trentunenne disoccupato, e M. H., di tre anni più giovane. I militari hanno fatto irruzione nelle loro abitazioni eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Modena Domenico Truppa a seguito delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Enrico Stefani.

L'inchiesta era scattata il 31 gennaio, quando il Radiomobile dei carabinieri era intervenuto nell'appartamento di una prostituta straniera che aveva chiesto aiuto dopo essere stata violentata e rapinata. La donna aveva raccontato che due uomini si erano finti clienti, ma poi l'avevano stuprata sotto la minaccia di un coltello. E' stato determinante ricordare - da parte dell'immigrata - che chi teneva la lama aveva un neo in fronte.

Dopo la violenza durata diverso tempo, la prostituta era stata anche rapinata di 500 euro che teneva in un armadio. Gli inquirenti, a partire da questo episodio, hanno accertato che altri due fatti simili erano accaduti in città ai danni di altre prostitute straniere, che però non avevano denunciato nulla per paura che si scoprisse la loro attività.

I carabinieri, indirizzandosi verso gli ambienti frequentati da giovani nordafricani irregolari a Modena, hanno poi individuato H. B. nella zona del Windsor Park, nel quartiere San Faustino. Subito hanno notato il neo sulla fronte e in poco tempo hanno individuato anche il complice, M. H. Entrambi sono stati riconosciuti dalle loro vittime. Nell'abitazione del più giovane dei due sono stati trovati anche 14mila euro di provenienza sospetta. Gli inquirenti, dopo gli arresti, stanno cercando di capire se la coppia sia stata protagonista di ulteriori episodi di violenza ai danni delle prostitute.

(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Covid a Modena: scendono rispetto a ieri i nuovi casi. Ancora 11 i decessi

  • Prodotti "non essenziali" accessibili ai clienti, multe per due ipermercati

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

Torna su
ModenaToday è in caricamento