Retata anti prostituzione in zona Sacca, nove donne identificate e due espulse

Ieri sera la Prolizia ha effettuato un controllo straordinario tra via del Mercato e via Finzi, accompagnando in questura nove prostitute, tutte nigerianie. Identificati anche i sospetti "controllori" che si aggirano per il quartiere in bicicletta

Nella serata di ieri la Polizia è intervenuta in modo deciso contro il fenomeno della prostituzione nelll'area dell'ex Mercato Bestiame, dove il fenomeno è ben noto e coinvolge diverse donne di origine nigeriana, che stazionano in attesa dei clienti tra via Canaletto, via del Mercato e viale Finzi, per poi spostarsi a consumare i rapporti nella zona industriale oltre la Tangenziale. Gli agenti sono arrivati con una camionetta e hanno identificato nove donne lungo le strade, per poi accompagnarle in Questura.

Si tratta di prostitute di origine nigeriana, di età compresa fra i 49 e i 19 anni, tutte formalmente senza fissa dimora. Due di loro sono risultate del tutto sprovviste di documenti e quindi trattenute in attesa di espulsione, mentre le altre sono state rilasciate dopo i rilievi fotografici e dattiloscopici.

Il video della retata

Ora la Squadra Mobile dovrà approfondire le vicende personali delle straniere, per capire dove alloggiano e se sono in qualche modo inserite in una organizzazione dedita allo sfruttamento. Un'impotesi tutt'altro che remota, in base ai precedenti. Gli agenti hanno anche individuato e identificato diversi uomini stranieri, visti percorrere in bicicletta le vie dove esercitano le ragazze, in una sorta di giro di controllo. Al momento non vi sono però elementi sufficienti per muovere accuse nei loro confronti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fenomeno è noto ormai da anni in quella zona, contraddistinta da ampi spazi abbandonati che offrono rifugio a sbandati di ogni genere. Proprio nei giorni scorsi si era levata la protesta dei residenti di via Forghieri, famiglie che si sono insediate da poco nei nuovi alloggi comunali e risultano ancora isolate dal resto del quartiere. Questi cidttadini avevano lamentato la presenza molesta delle prostitute, che aldilà del decoro rappresentano anche un rischio per la circolazione con i loro atteggiamenti "invasivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento