Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Galleria Estense, riapre dopo il sisma con un weekend di mostre e concerti

Dopo il sisma del 2012 riaprirà la Galleria Estense con le Notti Barocche Venerdì 29 Maggio. E' atteso un weekend di eventi, concerti, mostre e giochi di luce per la città, che racconteranno di arte, musica e storia

I danni del sisma nel 2012 hanno reso inaccessibile la Galleria Estense di Modena per questi anni, ma Venerdì 29 Maggio sarà riaperta. Per l'occasione è stato organizzato dal 29 al 31 Maggio il programma Notti Barocche che celebra la riapertura con omaggi contemporanei al busto di Francesco I d'Este scolpito da Bernini e alle meraviglie del barocco estense, con oltre 30 appuntamenti gratuiti. Le novità non finiscono qui, perché oltre trecento dipinti e sculture provenienti dai depositi dell’Estense saranno inoltre esposti in forma stabile nelle sale recentemente restaurate del Palazzo Ducale di Sassuolo, che è parte integrante del nuovo museo autonomo ‘Galleria Estense’. In arrivo 50 nuove opere mai esposte prima.

Il terremoto del Maggio 2012 aveva reso inagibile la struttura. L'importanza del luogo e del ricco patrimonio contenuto ha reso urgente ed indispensabile mettere in sicurezza la Galleria. Dopo aver definito il progetto ed ottenuti i finanziamenti (oltre 760 mila euro), sono partiti i lavori, che hanno visto una copertura quasi totale da parte dei fondi del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Non sono però mancate nell’ultima fase donazioni da parte di aziende e privati, per oltre 55.000 euro.

La Galleria Estense di Modena è uno dei principali musei nazionali italiani, inserito dalla attuale riforma del MIBACT tra i 20 musei che godranno del regime di autonomia. L'alta considerazione internazionale è stata fondamentale per riportare la struttura a prima del sisma. Non solo le sue opere ripercorrono la storia di una delle famiglie signorili italiane più importanti, gli Estensi, ma raccolgono inoltre un eccezionale spaccato del mecenatismo estense dalla Ferrara di Alfonso I (1505-1534) alla Modena di Francesco V d’Asburgo-Este (1815-1859). Saranno esposte  609 opere, di cui 327 dipinti, 40 sculture e 242 oggetti di varia tipologia, comprendendo anche le nuove 50. 

Per la riapertura di Venerdì 29 Maggio fino il 31 Maggio compreso, saranno in programma le NOTTI BAROCCHE (PROGRAMMA). Un programma festoso che rinnova le meraviglie delle allegrezze estensi con spirito contemporaneo a partire da Venerdì alle ore 18,30. Il weekend alla Galleria Estense vedrà diverse iniziative come mostre, lezioni magistrali, concerti, installazioni di luce e giochi scenici che coinvolgeranno la città, spiegando l'arte, da quella barocca alla meno nota contemporanea. Tra le iniziative, il gioco scenico "Aspirazioni " dell'artista Franco Guerzoni sul busto di Francesco I d'Este, quindi salendo verso il piano della Galleria i visitatori possono ammirare due mostre coordinate  dal titolo Allegrezze barocche documentano gli esuberanti spettacoli pubblici  che vanno sotto il nome di allegrezze. All’Archivio storico Comunale va in mostra il loro backstage politico e organizzativo, i negoziati tra la Corte e la Comunità, le centinaia di maestranze chiamate da ogni dove. Nella sede della Galleria Estense va in scena un concerto per violino barocco, dulciana e clavicembalo eseguito dall’Ensemble Aurora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galleria Estense, riapre dopo il sisma con un weekend di mostre e concerti

ModenaToday è in caricamento