menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori conclusi, apre al traffico la rotatoria alle spalle della Stazione

Infrastruttura prevista negli interventi di riqualificazione della mobilità del Progetto Periferie. Entro febbraio finisce il cantiere del piazzale della stazione

Apre al traffico sabato 22 dicembre alle 10 la nuova rotatoria realizzata di fronte a Porta Nord, all’incrocio tra le vie Giovanni Pico della Mirandola e Manfredo Fanti, nell’ambito degli interventi di riqualificazione della mobilità previsti con il “Progetto Periferie. Ri-generazione e innovazione” per l’area nord di Modena. L’infrastruttura fa parte del cantiere che verrà concluso entro febbraio e comprende anche i lavori nel piazzale della stazione, per un valore complessivo di un milione e 800 mila euro.

L’apertura al traffico della rotatoria e dei percorsi ciclopedonali servirà anche come test per i lavori di asfaltatura eseguiti nel nodo viario che modifica il sistema della mobilità di accesso da nord alla stazione, con un nuovo collegamento con la rotatoria che si trova tra strada Canaletto e viale Finzi.

La rotatoria di Porta Nord ha un diametro di 39 metri e nell’intervento sono stati realizzati anche il percorso ciclopedonale, sistemato il verde e l’illuminazione pubblica. Il piazzale della stazione, inoltre, è stato raccordato con la strada (con velocità ridotta a 30 chilometri orari) che in quel tratto ha una pavimentazione speciale e un rialzo di quota per garantire un adeguato rallentamento dei veicoli in transito e la massima permeabilità pedonale e ciclabile rispetto ai percorsi che si svilupperanno sul lato nord di via Fanti e su via Montalcini, come verrà intitolata il tratto di strada su cui si trova la Casa della salute in costruzione.

Il piazzale, inoltre, sarà dedicato alla ciclopedonalità e all’interscambio ferro-gomma con numerosi servizi per i ciclisti: una Velostazione in sostituzione dell’attuale deposito protetto, con 48 posti bici invece degli attuali 12; otto nuove rastrelliere del C’Entro in bici con un incremento di dotazioni di bici gialle del 50 per cento; 30 nuovi portabici a “P” per assicurare un totale di 60 mezzi. Prevista l’attivazione anche di nuove telecamere per la videosorveglianza.

Il piano della mobilità per il quartiere, con lavori che saranno affidati come quelli di Porta Nord dalla società di trasformazione urbana CambiaMo, prevede la realizzazione di altre cinque rotatorie, percorsi ciclopedonali, adeguamento delle aree di sosta per i mezzi pubblici, sistemazione del verde e potenziamento dell’illuminazione pubblica (con attenzione alla sicurezza stradale e alle esigenze della mobilità dolce), oltre alla trasformazione di strada Canaletto in una sorta di boulevard, con ciclopedonali su entrambi i lati e una fascia centrale verde che ospiterà, oltre alle alberature, anche la filovia e una nuova illuminazione stradale.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio. Oggi a Modena 150 casi, ma percentuale stabile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento