menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pista ciclabile Modena-Campogalliano, 75mila euro per riaprila

In discussione nel Consiglio Comunale di Modena la riapertura della pista ciclabile Modena-Campogalliano, che l'assessore Giacobazzi sostiene si possa riaprire ma con un investimento di 75mila euro

L’Amministrazione comunale effettuerà gli interventi necessari a mettere in sicurezza l’itinerario Modena-Campogalliano che diventerà percorso natura e a giugno del prossimo anno sarà di nuovo percorribile.

Lo ha annunciato in Consiglio comunale giovedì 2 ottobre l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Modena Gabriele Giacobazzi rispondendo all’interrogazione di Elisabetta Scardozzi del Movimento 5 stelle. La consigliera dopo aver fatto notare che: “la vegetazione occupa la pista ciclabile che risulta fondamentalmente impraticabile; la barriera protettiva è in alcune zone danneggiata e in altre inesistente e i lavori di manutenzione effettuati a fine agosto la hanno in parte distrutta”, ha chiesto quando la ciclabile è stata chiusa e le motivazioni, le ragioni di una manutenzione non tempestiva che la ha ulteriormente danneggiata e i tempi per la riapertura.La consigliera Scardozzi ha auspicato che la pista venga riaperta al più presto e ha sottolineato come essa sia utilizzata non solo da turisti ma anche da chi viene a Modena da Campogalliano.

L’assessore Giacobazzi ha spiegato che: “la pista, realizzata qualche anno fa, insiste in gran parte sul territorio del Comune di Campogalliano che l’ha progettata decidendo anche il parapetto di legno, risultato poi inadeguato; infatti il manufatto si è molto rovinato ed è pericoloso in caso di caduta. La pista è stata quindi chiusa il 24 giugno di quest’anno e l’Amministrazione sta provvedendo a segnalare nuovamente il divieto di transito dopo che era stato rimosso. Attraverso un intervento del valore di 75 mila euro,  l’itinerario, che fiancheggia il Secchia, sarà ripristinato come percorso natura e non sarà quindi necessario mettere ovunque il parapetto. Il progetto è già pronto e il percorso aprirà il 24 giugno 2015”. L’assessore ha anche osservato che probabilmente proprio i lavori di manutenzione dell’argine fluviale, realizzati da Aipo, sono stati tra le concause della scarsa tenuta dei parapetti, per cui la struttura si è ulteriormente danneggiata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Modena tra le big mondiali del buon cibo. Al 3° posto di Viator

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento