Added sugar, Unimore guida il team europeo di ricerca alimentare

Lo studio affidato al prof. Marco Vinceti :"Sono consapevole della responsabilità cui EFSA mi ha chiamato ed è mia intenzione collaborare con i colleghi di Unimore dell’area biomedica e agroalimentare"

Il docente di Igiene ed Epidemiologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Unimore, prof. Marco Vinceti, è stato chiamato dall’EFSA, l’Authority per la Sicurezza Alimentare dell’Unione Europea, a capo di un gruppo di lavoro per un’importante ricerca a livello europeo sugli effetti dell’assunzione degli zuccheri. Il team, denominato “Added Sugars”, è in corso di costituzione e sarà composto da sette esperti  selezionati in tutta Europa con competenze epidemiologiche, nutrizionali e clinico-metaboliche specifiche.

In particolare EFSA - d’intesa con la Commissione Europea e facendo seguito a una richiesta avanzata da alcuni Paesi del Nord Europa (Finlandia, Norvegia, Svezia, Danimarca e Islanda) - vuole affidare a questo gruppo di lavoro il compito di svolgere tra il 2017 e il 2020 una valutazione completa degli effetti sanitari dell’assunzione di zuccheri (attraverso alimenti e bevande). L’obiettivo è definire nuove raccomandazioni di ordine nutrizionale e di sanità pubblica applicabili alla popolazione europea.

“Sono consapevole della responsabilità cui EFSA mi ha chiamato – commenta il prof. Marco Vinceti - ed è mia intenzione collaborare con i colleghi di Unimore dell’area biomedica e agroalimentare, utilizzando l’opportunità offertami per un coinvolgimento a pieno titolo dell’Ateneo e delle significative professionalità che offre su queste tematiche”.

“La chiamata arrivata da EFSA al prof. Vinceti – prosegue il Rettore Angelo O. Andrisano – non fa che sottolineare il suo valore professionale e mettere in evidenza il prestigio di una scuola dalla lunga tradizione nell’ambito degli studi epidemiologici. Voglio ricordare con grande orgoglio che da giugno 2016 Unimore è organismo accreditato dalla European Food Safety Security, per la ricerca sulla sicurezza alimentare”.

La collaborazione del prof. Marco Vinceti con EFSA era iniziata già nel 2015, quando il docente Unimore era entrato a far parte del Panel “Dietetic Products, Nutrition and Allergy” dell’Authority, composto da 21 esperti di nutrizione provenienti da tutta l’Unione Europea. Da pochi mesi è anche docente di Epidemiologia presso l’Università di Boston.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’EFSA, organo dell’Unione Europea, è un’agenzia indipendente di consulenza scientifica e comunicazione sui rischi associati alla catena alimentare. Il suo compito è quello di elaborare pareri scientifici e consulenze, da utilizzare come fondamento della legislazione e delle politiche europee in materia di catena alimentare. Il suo ambito di competenza comprende: sicurezza degli alimenti e dei mangimi, nutrizione umana, salute e benessere degli animali, protezione delle piante, salute delle piante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento