rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Campus Universitario / Via P. Vivarelli, 10

Visione artificiale, cosa studia il progetto di ricerca Unimore premiato da Zuckemberg

Unico ateneo italiano ad avere ricevuto la donazione di un server GPU per la ricerca sull'intelligenza artificiale da parte di Facebook, Unimore beneficerà di 8 acceleratori per il laboratorio "ImageLab" della prof.ssa Rita Cucchiara e renderanno più efficaci le ricerche nel settore della visione artificiale, applicata in particolar modo all'automotive

Facebook premia la ricerca Unimore. L’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia è l’unico Ateneo in Italia, assieme ad altre quattordici università europee, al quale è stato donato un server GPU per la ricerca sulla intelligenza artificiale da Facebook. La donazione, comunicata dallo stesso Presidente Mark Zuckerberg, sottolinea ancora una volta quanto la ricerca di Unimore sia all’avanguardia e sia un vero punto di riferimento in questo settore.  Il laboratorio interessato “ImageLab” del DIEF – Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari è coordinato dalla prof.ssa Rita Cucchiara che lo scorso febbraio ha partecipato al bando lanciato da Facebook che metteva in palio acceleratori GPU per la ricerca su l’intelligenza artificiale, in particolare la visione artificiale ed il “machine learning”. 

Saranno otto gli acceleratori GPU Nvidia Tesla M40 che arriveranno a Modena e serviranno per potenziare la forza di calcolo di un computer dedicato allo studio di intelligenza artificiale e computer vision. “Siamo felicissimi per la donazione, ancor più per l’annuncio in diretta da Mark Zuckerberg che ringraziamo di cuore – commenta la prof.ssa Rita Cucchiara del DIEF. Questo ha caricato di entusiasmo il laboratorio dove lavorano oltre che 5 docenti circa 15 giovani studenti di dottorato, assegnisti  di ricerca e studenti di master. Il server servirà per addestrare reti neurali profonde nella comprensione automatica dei video. Li stiamo applicando su video televisivi e sarà utile in “education” per dare nuove forme di fruizione multimediali a studenti della scuola secondaria in un grande progetto italiano con Cluster Tecnologici Nazionali. Li stiamo inoltre applicando in ambito automotive per il riconoscimento del comportamento del guidatore e per migliorare l’attenzione nell’interazione con l’auto anche nelle prossime generazioni di guida semi-automatica. Il server sarà studiato ed usato anche da tutti gli studenti di ingegneria informatica di Unimore e spero di iniziare una collaborazione nel tempo con Facebook, anche per mandare studenti in internship in questa grande azienda. Ringrazio ancora Facebook per la fiducia che ci ha accordato.” 

Il Rettore prof. Angelo O. Andrisano afferma “E’ una grande soddisfazione essere stati selezionati. Unimore sta lavorando molto nel settore automotive ed il poter disporre di un acceleratore così avanzato aiuterà i nostri ricercatori nel potenziare ulteriormente questa attitudine all’innovazione. Sono molto orgoglioso del lavoro svolto nel laboratorio della prof.ssa Rita Cucchiara e questa donazione, avvenuta dopo una attenta selezione da parte di Facebook, rafforza la convinzione che in Unimore si fa dell’ottima ricerca che compete con le migliori università del mondo”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visione artificiale, cosa studia il progetto di ricerca Unimore premiato da Zuckemberg

ModenaToday è in caricamento