rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

'Camici sporchi', chiesti sei anni per la prof. Maria Grazia Modena

Inizia il procedimento con rito abbreviato presso il Tribunale di Modena, per lo scandalo che investì il reparto di Cardiologia del Policlinico. Il PM ha chiesto sei anni e sei mesi per l'ex primario, accusata di corruzione e truffa

Arriva ad una svolta il corposo e complesso processo ai “camici sporchi”, nato dall'inchiesta che travolse la Cardiologia del Policlinico verso la fine del 2012. Alla sbarra presso il Tribunale di Modena c'era questa mattina la professoressa Maria Grazia Modena, ex primario accusata di aver condotto illecitamente sperimentazioni su pazienti inconsapevoli.

Nell'udienza di stamane il PM Marco Nicolini ha formulato al giudice la propria richiesta, che consta di una condanna a 6 anni e 6 mesi nei confronti dell'imputata, che deve rispondere di associazione a delinquere finalizzata a corruzione e truffa. Presto la parola alla difesa.

L'ACCUSA – La prof. Modena risulta accusata di aver eseguito esperimenti su pazienti assolutamente ignari, con dispositivi medici di infima qualità (stent, palloncini medicati) privi di registrazione Ce, sperimentazioni “fantasma” prive di riscontri documentali. Mediante questo procedimento, il medico che eseguiva gli esperimenti non autorizzati riceveva denaro versato da dodici aziende su tre Onlus fittizie costituite per lo scopo, le stesse aziende che mettevano a disposizione i dispositivi medici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Camici sporchi', chiesti sei anni per la prof. Maria Grazia Modena

ModenaToday è in caricamento