Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Pestaggio del carabiniere, chiesti oltre 4 anni per i due antagonisti

Il Pm Emilio Pisante, dopo la requisitoria, ha chiesto per il modenese Lorenzo Canti 4 anni e 6 mesi di reclusione, mentre per Giorgio Battagliola sono stati chiesti 4 anni e 10 mesi

Pestaggio del brigadiere capo dell'Arma Luca Belvedere avvenuto nel corteo antifascista del 10 febbraio 2018 in via Sant'Antonino a Piacenza. Nell'udienza del 25 settembre il Pm Emilio Pisante, dopo la requisitoria, ha chiesto per Lorenzo Canti quattro anni e 6 mesi di reclusione, mentre per Giorgio Battagliola sono stati chiesti 4 anni e 10 mesi. Il torinese Battagliola è accusato di resistenza aggravata e lesioni personali aggravate, il compagno modenese di resistenza a pubblico ufficiale.

In aula entrambi gli imputati con i rispettivi avvocati, Claudi Novaro (Torino) e Marina Prosperi (Modena) che hanno poi tenuto le arringhe. Presente anche il legale del comune di Piacenza, Elena Vezzulli, che si è costituito parte civile chiedendo 50mila euro di danni di immagine per tutti e tre, che se concessi, verranno destinati ad un fondo ad hoc per le attività di disabili adulti.

L'egiziano del Si Cobas, terzo imputato, aveva scelto il rito abbreviato ed era stato condannato a 4 anni e 8 mesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestaggio del carabiniere, chiesti oltre 4 anni per i due antagonisti

ModenaToday è in caricamento