Ricostruzione post sisma, inaugurazione (quella definitiva) del ponte di Bomporto

Il presidente Bonaccini: "Ancora una volta credo si possa misurare lo sforzo comune messo in campo da istituzioni, amministratori locali e cittadini di queste terre"

Viene sanata un’altra delle ferite inferte del sisma. A Bomporto, nel modenese, è stato inaugurato questa mattina il nuovo ponte sul fiume Panaro. L’infrastruttura è stata aperta al traffico dal 14 ottobre e nei giorni scorsi si sono concluse le ultime opere complementari per la viabilità di accesso e le due piste ciclabili previste dal progetto. 

Realizzata dalla ditta AeC di Mirandola per conto della Provincia di Modena, l’intervento ha visto uno stanziamento della Regione di oltre 4 milioni di euro attraverso leordinanze post sisma e porta ora vantaggi importanti anche agli scuolabus costretti, dopo il terremoto, a un lungo percorso alternativo a causa della chiusura del vecchio ponte ai mezzi pesanti per motivi di sicurezza. 

“Un’altra opera che ci permette di completare sempre di più il ritorno alla normalità per quanto riguarda la vita quotidiana delle persone e delle famiglie, per garantire spostamenti e mobilità anche a beneficio di imprese e attività commerciali”, ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna e commissario delegato per la Ricostruzione, Stefano Bonaccini, presente al taglio del nastro insieme a Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, e ai sindaci di Bomporto, Alberto Borghi, e Ravarino, Maurizia Rebecchi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Rendere i collegamenti più sicuri e adeguati- ha aggiunto Bonaccini- significa venire incontro alle esigenze reali del territorio, dare una risposta vera, e dovuta, alle necessità delle aziende e del tessuto socio-economico dell’area, e a quelle della popolazione. Per questo nel destinare i fondi post terremoto abbiamo dato grande importanza a questo tipo di infrastrutture. Ancora una volta- ha proseguito il presidente della Giunta regionale- credo si possa misurare lo sforzo comune messo in campo dalle istituzioni e dagli amministratori locali, un lavoro di squadra nel quale sono però state fondamentali la tenacia e la forza di volontà dei cittadini, delle imprese e dei lavoratori di queste terre, parte essenziale della ricostruzione seguita al sisma del 2012”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento