Veicoli abbandonati nella Bassa, altre otto rimozioni nell'ultima settimana

Prosegue questa particolare attività da parte della Polizia Municipale Area Nord per ridurre il degrado lungo le strade

Continuano i servizi di monitoraggio del territorio da parte della Polizia Municipale dell'Unione Comuni Modenesi Area Nord per individuare e rimuovere veicoli in stato di abbandono. I controlli si sono concentrati nella settimana dal 5 al 11 agosto nei Comuni di San Felice, Medolla e Mirandola e hanno portato alla rimozione di otto veicoli abbandonati in parcheggi ed aree pubbliche. Anche grazie alle segnalazioni dei cittadini, sono state rimosse sei auto (tre a San Felice, due a Mirandola ed una a Medolla), un motociclo a Mirandola ed un furgone a Medolla. Gli agenti della Polizia Municipale, inoltre, hanno controllato aree di sosta e zone di campagna isolate.

"Si tratta di veri e propri interventi contro il degrado - dichiara il Comandante della Polizia Municipale dell'Unione Gianni Doni - Queste operazioni permettono di liberare aree dei centri e delle periferie da mezzi in stato di declino e di abbandono".

"I controlli proseguiranno anche nei prossimi mesi per garantire a tutti i cittadini un territorio migliore - assicura il Presidente dell'Unione Luca Prandini - Non vi è dubbio che il degrado accresca il degrado, per questo è importante agire, perché è possibile avere un territorio ordinato attraverso la repressione di comportamenti negligenti e la collaborazione propositiva dei cittadini".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Caduta sulla rotonda di Vaciglio, grave un cicloamatore

  • Truffa del CD-rom, incastrato un 45enne dopo sette colpi in città

  • Sale su un traliccio alla stazione e minaccia di gettarsi, salvata dai Carabinieri

Torna su
ModenaToday è in caricamento