menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In congedo parentale senza indennità, risarciti i turnisti di un'azienda modenese

I lavoratori di una ditta di trasporti si sono rivolti alla Consigliera di Parità della Regione, che ha poi innescato l'intervento dell'Ispettorato del Lavoro e del Ministero

Ottenevano il congedo per accudire i figli, ma senza un centesimo in più in busta paga. Per questo i lavoratori e i lavoratrici di una azienda di trasporti di Modena si sono rivolti alla consigliera di parità della Regione, che grazie anche all'intervento del Ministero del Lavoro ha ottenuto non solo il pagamento delle indennità in questione ma anche degli arretrati. 

A portare alla luce il caso una verifica dell'ispettorato del lavoro di Modena, che ha accertato un caso di "discriminazione collettiva a danno di lavoratori e lavoratrici occupati nel settore dei trasporti", come spiega l'Assemblea legislativa. L'ispettorato del lavoro modenese, su segnalazione della consigliera di parità regionale e del sindacato, ha infatti verificato che ai lavoratori turnisti inquadrati come operai, nelle giornate festive, veniva riconosciuto dal datore di lavoro soltanto il "congedo parentale", ma non la relativa indennità economica prevista per legge: una circostanza, spiega la Regione, che ha creato una "forte iniquità a danno di quei lavoratori e lavoratrici che, pur potendosi assentare per assolvere le necessità familiari (ad esempio accudire figli minori), venivano tuttavia penalizzati sotto il profilo economico". 

È stato quindi chiesto l'intervento del ministero del Lavoro, che ha consentito di superare le vecchie prassi seguite dalle aziende del settore su risalenti indicazioni dell'Inps. 

"Una grande sinergia con l'ispettorato del Lavoro- commenta la consigliera di parità regionale, Sonia Alvisi- ha fatto si' che venisse vinta una importantissima battaglia. Questo successo non riguarda solo Modena o l'Emilia-Romagna ma tutta Italia, perchè si crea un precedente importante e grazie al nostro lavoro e all'ufficio legislativo del ministero del Lavoro potremo dire che i diritti dei genitori lavoratori saranno riconosciuti". Grazie a questo accertamento, sottolinea ancora l'Assembla regionale, ai lavoratori e lavoratrici aventi diritto verranno infatti riconosciute non soltanto le indennità future, ma anche quelle maturate in passato.

(DIRE)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid. In un giorno 700 contagi e 20 ricoveri a Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento