rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Vittime di reati, 90mila euro di contributi ai cittadini modenesi

Oltre alla Fondazione regionale, anche il Fondo per il risarcimento di danni materiali, lo sportello telefonico SOS Truffe & C. e il "Fondo Sicurezza" della Camera di Commercio. Nel'ultimo anno sono stati 13 i modenesi rimborsati a vario titolo

Sono diversi gli strumenti di aiuto alle vittime di reati messi in campo dal Comune di Modena in raccordo con vari soggetti, che in questi anni hanno consentito di dare sostegno in varie forme a 2.475 richieste di cittadini. La Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati, con 18 richieste di risarcimento accolte, si aggiunge, infatti, al Fondo per il risarcimento alle vittime di reato dei danni materiali, allo sportello telefonico SOS Truffe & C. e al Fondo Sicurezza per le attività economiche.

Il Fondo per il risarcimento alle vittime di reato copre danni materiali derivanti da furti in appartamento, scippi, borseggi, furti su autoveicoli, furti di targhe di auto o di documenti personali. Istituito nel 2007, è gestito dall’Ufficio Politiche delle sicurezze attraverso i tre sportelli di aiuto “Non da Soli” attivi sul territorio comunale. Le richieste finora accolte sono state 442 per un contributo devoluto alle vittime di circa 62 mila euro.

Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ha consegnato a un anziano modenese recentemente vittima di una grave aggressione un contributo economico che il Comitato dei garanti della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati ha deliberato di elargirgli. Presente alla consegna anche il comandante della Polizia municipale Franco Chiari. Lo scorso maggio l’uomo aveva subito un vero e proprio pestaggio che gli ha procurato lesioni gravi al volto, oltre che ripercussioni psicologiche particolarmente difficili da superare per una persona indifesa e anziana.

Il contributo assegnato si va ad aggiungere ad altre 13 richieste di risarcimento a favore di cittadini modenesi che in questi anni sono stati posti dal Comune di Modena all’attenzione della Fondazione. Il Comitato dei garanti ha accolto tutte le richieste sottopostegli dall’Amministrazione e ha messo a disposizione delle vittime un contributo totale di 90.500 euro. I casi segnalati hanno riguardato reati di diverso tipo (violenza domestica, pedofilia, aggressioni, rapine in casa e altro). Le persone aiutate sono state  nel complesso 18, di cui 2 minori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittime di reati, 90mila euro di contributi ai cittadini modenesi

ModenaToday è in caricamento